Salvatore Ferragamo e la collezione con scarti di arance

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Apr 2017 alle ore 6:44am

ferragamo-collezione-con-scarti-di-arance

Salvatore Ferragamo annuncia un importante passo avanti in ambito ambientale ed ecologico. La realizzazione di una collezione con scarti di arance.

La prima mai realizzata sinora con tessuti ricavati dai sottoprodotti della lavorazione industriale delle arance è il frutto della collaborazione della maison con Orange Fiber, giovane azienda italiana che produce innovativi tessuti eco-sostenibili.

Ogni anno l’industria della spremitura delle arance produce oltre 700.000 tonnellate di sottoprodotto di lavorazione che deve essere smaltito, con costi elevatissimi, sia economici che ambientali.

Il brevetto messo a punto da Orange Fiber permette invece in modo molto intelligente, di trasformare questo residuo di lavorazione in un tessuto di qualità e dall’alto contenuto d’innovazione tecnologica, utilizzando sottoprodotti altrimenti destinati allo scarto e smaltimento.

E’ così allora che dall’Orange Fiber nasce una Capsule Collection composta da abiti, camicie, pantaloni e foulard, omaggio alla creatività mediterranea con stampe originali di Mario Trimarchi, architetto e designer, Compasso d’Oro 2016.