Malaria, un vaccino entro il 2018 in Ghana, Kenya e Malawi per salvare la vita a milioni di bambini

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Apr 2017 alle ore 9:50am

vaccino-anti-malaria

Oggi la malaria è tornata a far paura in diversi paesi del mondo che devono fare i conti con fame, sete, scarse condizioni igienico sanitarie.

Per questo motivo, sarà pronto per prossimo anno, il 2018 il primo vaccino anti malaria che verrà testato in Africa, precisamente in Ghana, Kenya e Malawi. Dove la OMS sottoporrà a profilassi preventiva 750.000 bambini minori di un anno di età.

L’annuncio è stato dato in questi giorni in occasione del Giorno Mondiale della Malaria.

Un appuntamento fisso per il prossimo anno e non solo perché potrebbe fermare la morte di milioni di bambini nel mondo. Che solo nel 2015 sono stati quasi 212 milioni (420.000 sono morti).

“La protezione è intorno al 40%” – dice uno dei ricercatori che ha lavorato al progetto, Lapinet – “ma va considerato anche l’effetto importantissimo di riduzione dei casi più gravi e delle ospedalizzazioni, perché può essere somministrato senza problemi anche a bambini già malati”.

Tale vaccino sarà somministrato insieme ad altre precauzioni come le zanzariere trattate e i trattamenti preventivi stagionali.

La distribuzione del farmaco sperimentale avverrà in 4 fasi equivalenti ad altrettante dosi: per i primi 3 mesi verrà somministrato una volta al mese, poi dopo 18 mesi.

Ghana, Kenya e Malawi i tre Paesi dove si registrano più decessi dovuti alla puntura della zanzara Anopheles. Scelti per questo motivo come banco di prova di un vaccino che -seppure dovesse “andar male”- salverebbe metà della popolazione al di sotto dei 3 anni di età!