Scoperti i gruppi sanguigni che individuano il rischio ictus

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Mag 2017 alle ore 8:54am

gruppi-sanguigni-e-rischio-ictus

La Bbc online parla di uno studio condotto dai ricercatori del Centro medico universitario di Groningen nei Paesi Bassi, presentato in occasione dell’Heart Failure 2017 di Parigi, convegno annuale organizzato dalla Società Europea di Cardiologia, che è riuscito a dimostrare come certi gruppi sanguigni siano maggiormente esposti agli infarti.

In particolare, si tratterebbe delle persone con gruppo sanguigno A, B e AB con una probabilità superiore del 9% di avere nel corso della loro vita eventi coronarici, eventi cardiovascolari e infarto del miocardio rispetto alle persone con gruppo sanguigno 0.

In particolare, il gruppo sanguigno più a rischio sarebbe proprio quello più raro, ovvero il gruppo AB, che avrebbe il 23% in più di probabilità di soffrire di malattie cardiache.

Analizzando un campione di circa 1,3 milioni di persone, i ricercatori hanno osservato che 15 persone su 1.000, con un gruppo sanguigno diverso da 0, avevano avuto un infarto, rispetto alle 14 persone su 1.000 con gruppo sanguigno uguale a 0.

I ricercatori spiegano che nel sangue delle persone con gruppo sanguigno A, B e AB vi sono concentrazioni più elevate del fattore di von Willebrand (vWF), proteina coagulante sintetizzata nelle cellule endoteliali e nei megacariociti e collegata, secondo gli esperti, a eventi trombotici.