Il Papa ai genetisti: “Nessuna finalità giustifica la distruzione di embrioni umani”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Mag 2017 alle ore 8:30am

Durante l’udienza del 17 maggio tenuta in Aula Paolo VI in Vaticano
Papa Francesco rivolgendosi alle 1.700 persone affette dalla malattia di Huntington, provenienti anche da Sud America e Nuova Zelanda, ha detto: «Non nascondetevi più, la fragilità non è un male».

E rivolgendosi ai loro familiari e volontari: «Non cedete alla vergogna o al senso di colpa”.

Poi una raccomandazione è andata anche ai genetisti presenti, esortandoli a proseguire nelle loro ricerche ma senza utilizzare embrioni umani perché «nessuna finalità, seppur nobile, ne giustifica l’uso».

A seguire il saluto tra le lacrime della senatrice Elena Cattaneo e un filmato: «Non si tratta semplicemente di uno slogan, bensì di un impegno che ci deve vedere tutti protagonisti».

Foto LaPresse