giugno 20th, 2017

The Habit of Beauty, un film drammatico con la regia di Mirko Pincelli al cinema dal 22 giugno

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 9:30am

Arriva al cinema, The Habit of Beauty, giovedì 22 giugno 2017, il nuovo film drammatico di Mirko Pincelli con Vincenzo Amato, Francesca Neri, Noel Clarke, Nico Mirallegro, Nick Moran, Michael Warburton, Kierston Wareing, Elena Cotta, distribuito da Europictures. Un dramma che si snoda fra i temi del sogno, dell’amore e della perdita.

Una regia coraggiosa e interessante per un copione che punta sul melodramma spinto.

Trama Il fotografo Ernesto e sua moglie, la gallerista d’arte Elena, erano una coppia felice che viveva a Londra insieme al figlio dodicenne Carlo. Ma durante una vacanza nella loro nativa Italia un incidente automobilistico cambia completamente le loro vite. Anni dopo troviamo Ernesto a Londra da solo, a intrattenere relazioni occasionali con modelle giovanissime, e a fare volontariato in un penitenziario londinese dove insegna fotografia ai detenuti. Fra questi il suo preferito è Ian, un talento fotografico naturale in carcere per spaccio, figlio di un fruttivendolo con il vizio dell’alcool e di una madre che non ce la fa più. Quando Ian viene scarcerato, senza aver rivelato i nomi dei suoi fornitori di droga, Ernesto lo raggiunge nel quartiere degradato dove il ragazzo vive e gli propone di aiutarlo ad allestire la sua prossima mostra fotografica.

E’ morta a Roma, la stilista Carla Fendi. Aveva 80 anni

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 9:29am

Addio alla stilista Carla Fendi. Aveva 80 anni ed era malata da tempo. (altro…)

Ape sociale, boom di richieste fino al 15 luglio

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 9:06am

Parte col botto l’Ape sociale. L’anticipo pensionistico previsto per le persone di almeno 63 anni, che rientrano nelle categorie socialmente deboli e che sono in possesso di almeno 30 anni di contributi di anzianità.

Secondo un primo bilancio dell’Inps, alle 11 di sabato scorso, giorno del suo debutto, sono state oltre 300 le domande presentate.

I beneficiari dell’Ape sociale potranno avere anche il bonus di 80 euro previsto per i redditi da lavoro bassi.

Per quest’anno- come ha confermato Gabriella Di Michele, direttrice generale dell’Inps, in un’intervista al Messaggero, sono disponibili 300 milioni di euro. E “se le risorse lo permetteranno ci sarà una sorta di secondo appello, una nuova scadenza al 30 novembre per le domande tardive. Per il 2018 i fondi disponibili invece raddoppiano”.

I soggetti che possono richiedere il trattamento pensionistico dell’Ape sociale secondo la circolare n. 100 del 16 giugno 2017 pubblicata dall’Inps, devono avere almeno 63 anni di età. Devono assistere il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap grave; devono essere invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%; dipendenti che svolgono da almeno sei anni in via continuativa un lavoro particolarmente difficoltoso o rischioso. I sei anni si possono calcolare nell’ambito degli ultimi sette.

La platea potenziale per il 2017 per l’Ape sociale e i precoci è di 60.000 persone (35.000 per l’Ape sociale e 25.000 per i precoci), mentre altri 45.000 potrebbero avere i requisiti nel 2018 (20.000 Ape sociale e 25.000 precoci).

Fra le domande presentate entro il 15 luglio verrà predisposta una prima graduatoria. Se i requisiti per ottenere l’indennità Ape saranno raggiunti prima del primo maggio o tra questa data e il 15 luglio il beneficio sarà concesso retroattivamente o dal primo maggio o dalla data di raggiungimento del requisito.

L’indennità sarà corrisposta per 12 mensilità nell’anno, fino all’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia o fino al raggiungimento dei requisiti richiesti per la pensione anticipata.

Allarme piombo anche nei rossetti: ecco quelli ritirati

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 8:50am

E’ allarme piombo anche per i rossetti. A richiamare l’attenzione sul pericolo è l’allerta per contaminazione di “rischio grave” , lanciata il 16 giugno scorso dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) della Commissione Europea. (altro…)

Apre a Milano la prima Barry’s Bootcamp per mantenersi in forma

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 7:54am

E’ stata inaugurata a Milano la prima sede italiana del celebre marchio di fitness californiano. La tradizionale idea di palestra si reinventa, tra allenamenti di gruppo ad alta intensità e la scomparsa del caro vecchio abbonamento annuale.

La Barry’s Bootcamp debutta in Italia, portando con sé due dati di fatto: il primo è che la palestra vecchio stile, piena di pesi e macchine da utilizzare in completa autonomia, è sempre meno in grado di soddisfare le esigenze degli sportivi di oggi, un po’ perché annoiati, un po’ perché alla ricerca di allenamenti concentrati in tempi brevi; il secondo è che anche chi si allena è alla ricerca di una soluzione personalizzata, globale e quanto più vicino possibile all’on-demand.

Barry’s Bootcamp, è un marchio del fitness nato a Los Angeles nel 1998. Ad oggi ha 25 sedi internazionali tra Stati Uniti, Asia ed Europa (la più recente delle quali è appunto quella appena inaugurata a Milano, al 36 della centralissima via Senato).

Non ci sono sale pesi, attrezzi, ma solamente sale dotate di tapis roulant e di tutto il necessario che serve per allenamenti di gruppo a ritmo di musica.

Il calendario delle lezioni prevede ogni giorno la possibilità di concentrarsi su un diverso gruppo muscolare: gli incontri previsti per il lunedì, si tengono alle 7:45, 9, 12, 13:15, 18:30 e 20 e si focalizzano sul potenziamento di braccia e addominali; quelli del martedì, agli stessi orari, sono dedicati a gambe e glutei. “Nei cinquanta minuti di lezione si possono bruciare tra le 700 e le 1000 calorie”, racconta Lorenzo Petrosino, uno dei trainer del nuovo centro milanese.

In questa palestra è possibile alternare momenti sul tapis roulant a varie intensità, che vanno dal jog allo sprint passando per il livello intermedio del run, e momenti di lavoro a terra, con attrezzi o a corpo libero. Ognuno, chiaramente, può scegliere il livello a cui allenarsi, e il tutto viene sempre svolto sotto la supervisione dei trainer. Con diversi tipi di musica, per passare 50 minuti di fatica, ma anche di divertimento insieme.

Allarme Ue per bisfenolo A, presente nei giocattoli e in materiali a contatto con il cibo

Pubblicato il 20 Giu 2017 alle 6:31am

Il bisfenolo A è una ostanza chimica comunemente utilizzata nelle plastiche che vengono a contatto con cibi ed alimenti, e può avere seri effetti nocivi sull’apparato endocrino e il sistema ormonale. (altro…)