È morto all’età di sei anni a causa del morbillo, un bambino non vaccinato, affetto da leucemia linfoblastica acuta, con fratello e sorella altrettanto non vaccinati.

Il piccolo, deceduto ieri mattina alle ore 11 nel reparto di rianimazione dell’Ospedale San Gerardo di Monza, dove era ricoverato dal 15 marzo scorso per infezione da morbillo, era stato trasferito in terapia intensiva perché le sue condizioni di salute peggioravano di giorno in giorno, soprattutto sotto l’aspetto polmonare.

Come spiegano dal San Gerardo di Monza, nelle ultime settimane il piccolo era stato intubato e sottoposto alla Ecmo (ossigenazione extracorporea a membrana), un sistema piuttosto complesso di circolazione extracorporea che permette di mantenere in vita i pazienti. Una terapia intensiva avanzata.

«Noi ce l’abbiamo messa tutta. Il bambino è arrivato da noi sei mesi fa, lo abbiamo curato per la sua leucemia presso la Fondazione Monza e Brianza per la mamma e il bambino, il reparto di pediatria del nostro ospedale. Poi ci siamo accorti che aveva contratto il morbillo», ha spiegato il professor Andrea Biondi, primario della Clinica Pediatrica del San Gerardo di Monza. Ma «la malattia è degenerata in polmonite e dal 16 marzo è stato trattato con la Ecmo, per la pulizia del sangue. Purtroppo non ce l’ha fatta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.