Donare il sangue cordonale si può

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Giu 2017 alle ore 9:49am

E’ in corso in questi mesi una intensa campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue cordonale da parte dell’Associazione Admor-ADoces, affinché tutte le donne che aspettano un bambino siano a conoscenza di questa grande opportunità che possono dare ad un paziente in attesa del trapianto di midollo osseo.

Con un’informazione adeguata le future mamme possono affrontare una scelta consapevole verso la donazione del sangue cordonale. Sono oltre settemila le donne che hanno donato il sangue cordonale in uno dei Punti nascita della provincia di Treviso. Millecento le sacche idonee al trapianto, conservate nella banca presso l’Ospedale di Treviso e a disposizione dei Centri di trapianto di tutto il mondo.

Per incrementare le donazioni, dal mese di giugno la banca di Treviso, accreditata Netcord Fact, è operativa 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana. Questo consentirà di soddisfare le richieste di tutte le mamme che desiderano donare nei dieci punti nascita afferenti alla banca.

La dottoressa Francesca Tormena pediatra neonatologo che lavora nel Reparto di Terapia Intensiva Neonatale di Treviso diretta dalla Dottoressa Nadia Battajon, spiega l’importanza di donare il sangue cordonale.