Prodotti alternativi al tabacco faranno dire addio alle sigarette. Questo lo scenario delineato da scienziati e operatori del settore in occasione del Global forum sulla nicotina in corso a Varsavia.

Una prospettiva incoraggiante basata sul principio della riduzione del danno, come spiega uno dei relatori della conferenza, il medico greco Konstantinos Farsalinos. “Per il futuro penso che se offriamo ai fumatori informazioni adeguate e imparziali vedremo un’accelerazione nel declino del fumo, con l’aiuto di questi prodotti alternativi. E più avremo prodotti meno dannosi del fumo e delle sigarette e più fumatori potranno smettere, perché troveranno qualcosa che gli piace”.

Le grandi multinazionali hanno già intrapreso la strada dei prodotti alternativi e Philip Morris si aspetta molto dal suo Iqos, che riscalda il tabacco senza bruciarlo. La vicepresidente responsabile dei regulatory affairs Germana Barba sostiene: “Il prodotto sta andando molto molto bene. Siamo estremamente incoraggiati dai risultati che abbiamo avuto finora: è commercializzato in 20 mercati e aumenteremo nei prossimi mesi. Non solo, lanceremo ulteriori prodotti che contengono tabacco e nicotina in assenza di combustione. Diciamo che ci aspettiamo che questo trend continuerà e come conseguenza le sigarette caleranno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.