giugno 25th, 2017

L’attore Domenico Diele investe una donna e la uccide. Arrestato dopo il test per uso di stupefacenti

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 11:12am

Arrestato l’attore Domenico Diele di 32 anni. La notte scorsa ha investito e ucciso una 48enne nei pressi dell’uscita autostradale di Montecorvino Pugliano, nel Salernitano.

L’attore, senese di origini, ma trapiantato da tempo a Roma, si trovava in zona per le riprese del film Una vita spericolata del regista Marco Ponti.

Diele, volto emergente del cinema e della fiction televisiva, ha recitato in diverse pellicole, tra cui Acab, e in numerose serie tv, come Don Matteo e 1992 e 1993.

Diele era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. La vittima Ilaria Dilillo di 48 anni, la quale dopo una serata trascorsa in compagnia di amici, stava facendo ritorno a casa in sella al suo scooter a Salerno.

L’auto di Diele l’ha violentemente tamponata e fatta cadere al suolo. La donna è morta sul colpo.

Subito dopo l’incidente, il conducente è stato portato all’ospedale per i dovuti accertamenti del caso ed è risultato positivo sia ai cannabinoidi che agli oppiacei.

Diele non avrebbe potuto guidare anche perché sprovvisto di patente di guida, ritirata proprio per un precedente problema legato all’utilizzo di stupefacenti.

Gli agenti della polizia Stradale di Eboli lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Caldo record, come fronteggiarlo

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 11:11am

Le alte temperature di questi giorni mettono a dura prova la vita di tante persone, soprattutto, di bambini, anziani, ammalati, donne in gravidanza.

Il caldo afoso, soprattutto se associato a un grande tasso di umidità può favorire il peggioramento delle condizioni di salute sino a causare vere e proprie malattie, svenimenti e anche morte.

L’aumento della temperatura può provocare, infatti:

– abbassamento vertiginoso della pressione – malattie respiratorie – problemi cardio-vascolari – colpi di calore – colpi di sole – disidratazione – crampi muscolari

Il caldo eccessivo può determinare una vasodilatazione periferica soprattutto dei vasi cutanei. Molto pericolosa per coloro che soffrono di scompenso cardiaco, in quanto con l’eccessivo caldo, possono andare incontro ad collasso, qualora i meccanismi di compenso sono stati compromessi.

I soggetti che soffrono di patologie respiratorie, possono a causa dell’effetto serra, essere più esposti a sostanze inquinanti nell’ambiente che li circondano, con conseguente peggioramento della malattie respiratorie.

Per coloro che soffrono: di vene varicose, flebiti, gonfiore alle gambe l’esposizione al sole può essere molto dannosa: aggravare l’insufficienza venosa e favorire la rotture dei capillari.

Una lunga esposizione al sole può favorire il colpo di sole: si manifesta con malessere generale, mal di testa, vertigini, nausea, temperatura corporea elevata, cute secca e arrossata. Se la persona è cosciente si può somministrare acqua (controindicati alcolici, tè, caffè, coca cola, o simili contenenti caffeina in quanto sono diuretici e possono peggiorare la situazione, l’alcol essendo un vaso dilatatore può provocare una diminuzione della pressione sanguigna e un aumento della frequenza cardiaca con il rischio di collasso). Se la persona tende a perdere coscienza si deve cercare di sdraiarla per terra su un fianco cosi in caso di vomito non rischia il soffocamento. Non somministrare alcun tipo di farmaco.

La sudorazione profusa con conseguente perdita di acqua ed elettroliti: sodio, potassio, cloro e magnesio può causare disidratazione. Per questo motivo è di vitale importanza assumere quanta più acqua possibile al giorno. Se ne raccomandano almeno 2 litri. Anche grazie all’assunzione di altri liquidi, come succhi di frutta, tisane, verdure, frutta fresca di stagione.

L’alimentazione ha un ruolo molto importante nel fabbisogno giornaliero e nello stato di salute generale. E’ un grande alleato per combattere gli effetti negativi del caldo e dell’afa. Per questo motivo è bene mangiare pesce, almeno due volte a settimana. Preferire il pollo alla carne rossa, formaggi freschi a quelli stagionati.

I pasti naturalmente meglio se frequenti ma leggeri. I cibi masticati lentamente. Consigliati anche nelle giuste porzioni cereali, pane, pasta, riso, crakers.

Evitate bevande alcoliche, caffè, e troppo fredde.

Evitate di uscire nelle ore più calde della giornata (dalle 12:00 alle 17:00)

Preferite ambienti ventilati, ma in presenza di condizionatore facendo attenzione agli sbalzi di temperatura superiore a 5-6 gradi.

Limitate l’assunzione di zucchero, dolciumi e bevande gassate.

Indossati abiti freschi e leggeri non aderenti, non sintetici.

Indossate cappelli e occhiali se passeggiate a lungo al sole, o vi esponete.

Non smettete di prendere i vostri farmaci abituali e non cambiate le dosi solite senza avere prima consultato il vostro medico di fiducia.

Se abitate da soli e siete anziani e malati mantenete un contatto giornaliero con una persona di fiducia.

Studentesse in sfida a colpi di seno sul web

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 10:12am

Dopo il tormentone “Escile”, la nuova moda lanciata di alzarsi la maglietta e mostrare il seno arriva dalle universitarie milanesi.

E’ quasi una vera e propria sfida sul web con foto che facciano intravedere i seni, al fine di decretare quale degli atenei meneghini sia più dotato di ragazze “talentuose”.

Le prime ad aver sfidato le colleghe sono state le studentesse del Politecnico di Milano che sul gruppo Facebook “Spotted Polimi”, solitamente utilizzato per provare a rintracciare le ragazze che hanno fatto colpo su qualche studente un po’ imbranato o poco brillante negli approcci, hanno iniziato a pubblicare alcune foto nelle quali mostrano una piccola parte del proprio seno e un segno di riconoscimento dell’ateneo di appartenenza (una penna, una matita e un tesserino recanti la scritta Politecnico di Milano nei tre casi finora registrati).

Per la gioia dei maschietti, le ragazze hanno anche chiamato in causa le colleghe di altre università, inserendo nelle foto hashtag di riconoscimento #unimi, #unicatt, #bicocca e #bocconi.

Per ora sono state le studentesse del Politecnico le sole a risultare più “intraprendenti”, ma è probabile che nelle prossime ore qualche altra ragazza raccoglierà il guanto di sfida, per la gioia di amici e studenti maschi.

Aumenta il divario tra Nord e Sud. Nel Meridione un italiano su due a rischio povertà

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 8:21am

Cresce il divario tra nord e sud. Negli ultimi anni di crisi economica, il divario sociale ed economico tra Nord e Sud si è sensibilmente accentuato. (altro…)

Il piacere, al cinema dal 3 luglio, un affascinante trittico degli anni ’50

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 7:13am

Arriva al cinema il 3 luglio 2017, ‘Il Piacere’, un affascinante trittico, i cui pannelli risultano autonomi ma allo stesso tempo uniti da un senso di simmetria, dai richiami tra le sequenze e dalla voce narrante di Jean Servais. I racconti mostrano tre aspetti che si confrontano con il piacere: l’amore, la purezza e la morte. Un’opera virtuosa, Le plaisir, splendido esempio della solidità del cinema di Ophuls, il cui asse portante è la passione colta del maestro per la letteratura e il teatro.

Un film di Max Ophüls con Gaby Morlay, Jean Gabin, Danielle Darrieux, Pierre Brasseur, Madeleine Renaud, Daniel Gélin, Simone Simon, Michel Vadet.

Come liberarsi di borse e occhiaie in modo naturale

Pubblicato il 25 Giu 2017 alle 6:51am

Per eliminare occhiaie e borse sotto gli occhi, comune inestetismo provocato dal ristagno dei liquidi e del grasso causato da diversi fattori come il poco sonno, lo stress, qualche allergia o ancora sbalzi ormonali, fragilità capillare, cattivo stile di vita, ritenzione idrica.

Bastano pochi e semplici accorgimenti per metterle ko.

Vediamo quali.

1. Apportare alcune modifiche al proprio stile di vita. Rinunciare a cibi confezionati e ricchi di sale, al fumo e all’alcol e diminuire il consumo di tè e caffè. Bere invece molta acqua, fare molto sport, concedersi pause di relax rigeneranti.

2. Struccarsi sempre bene prima di andare a letto, aiuta la pelle a respirare. Fare dei massaggi circolari intorno agli occhi per attivare la microcircolazione.

3. Dormire bene.

4. Tenere lontano lo stress.

5. Usare una protezione per il viso se ci si espone al sole.

6. Usare rimedi naturali come panni bagnati da poggiare direttamente sugli occhi. Fette di patate, mela, cetrioli. Bustine di tè o camomilla fredda da porre nella palpebra inferiore. Ingredienti di altri impacchi naturali sono poi il gel dell’aloe vera, l’albume d’uovo, acqua di rose, malva e limone.