Abito chiaro contro le punture di zanzara tigre e i rimedi naturali

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Lug 2017 alle ore 9:24am

C’è un nuovo allarme zanzare, ma questa volta riguarda quelle della varietà tigre che, secondo la Vape Foundation, daranno l’assalto alle città negli ultimi giorni di luglio. Colpa delle temperature elevate, dicono i tecnici dell’Ipla, che in Piemonte si occupa della prevenzione e delle lotta alle zanzare, del clima “tropicale” che alterna grandi soleggiate a piogge intense.

Il bollino rosso riguarda quasi tutto il Piemonte, e non solo, con eccezione delle province di Cuneo, Biella e Verbano.

Gli esperti consigliano pertanto, di evitare i ristagni d’acqua, la vicinanza a fiumi e laghi, di indossare abiti scuri che attirano gli insetti, di accendere troppe luci in casa che attirano questi insetti. Meglio se dotare porte e finestre di zanzariere.

E inoltre, se si esce o si sta all’aperto in giardino, ricoprirsi di repellente da usare soprattutto su piedi, gambe e braccia e di lenitivo nel caso si sia stati punti.

Esistono poi diversi rimedi naturali contro le punture di insetto e di zanzara tigre. Vediamone alcuni.

1) Ghiaccio
Passare sulla puntura un cubetto di ghiaccio avvolto in un fazzoletto di cotone pulito, aiuta a lenire il prurito.

2) Saliva
In caso di emergenza se non si ha nient’altro a portata di mano è bene alleviare prurito e gonfiore, bagnando la puntura con un po’ di saliva.

3) Dentifricio
Applicate un po’ di dentifricio, preferibilmente al mentolo, sulla puntura e lasciatelo asciugare per 15-20 minuti prima di lavarlo.

4) Miele
Il miele ha proprietà antibatteriche che possono rivelarsi efficaci di fronte a punture di insetto: per questo potete utilizzarlo sull’area irritata, da solo o mescolando ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio.

5) Limone
Strofinate sulla pelle una fettina di limone, questo rimedio terrà lontano le punture di zanzare. Se tuttavia siete già stati punti, tenete presente che il limone è utile anche per lenire gonfiori e pruriti.

6) Cipolla
Passate sulla puntura una fettina di cipolla: aiuterà a far scomparire il prurito.

7) Sale
Sciogliete un cucchiaio di sale in un bicchiere d’acqua e, con l’aiuto di un batuffolo, tamponate l’area della puntura, in modo da ridurre l’infiammazione.

8) Tea Tree Oil
Reperibile in farmacia e in erboristeria, il tea tree oil a base di maleleuca è un valido lenitivo per combattere le piccole irritazioni della pelle, comprese le punture di zanzara.

9) Aglio
Sempre secondo la saggezza popolare, strofinare dell’aglio sulla puntura di insetto dovrebbe svolgere un’azione lenitiva, attenuando gonfiori e pruriti (a patto che l’odore non vi crei disagi). Inoltre, pare che mangiare abitualmente aglio contribuisca a tenere lontane le zanzare e a prevenire future irritazioni.

10) Bicarbonato di sodio
Il bicarbonato di sodio associato al miele è una valida alternativa, ma è possibile anche mescolarlo con l’acqua, in modo da ottenere una pasta da applicare sulla puntura.

11) Aspirina
Se non siete allergici o sensibili a questo farmaco, potete schiacciare una compressa di aspirina e mescolarla con dell’acqua, per poi passare la pasta ricavata sulla zona irritata.

12) Lavanda e Calendula
Anche la lavanda e la calendula hanno proprietà lenitive e rinfrescanti: per questo, potete strofinare sulla vostra puntura delle foglie di una di queste piante o unguento o olio.

13) Aloe Vera
Come la lavanda e la calendula, anche l’aloe vera è famosa per le sue proprietà lenitive: pertanto, applicando un po’ di gel o un preparato all’aloe sulla puntura, infiammazione e il prurito spariranno in un batter baleno.