Gucci Places: la guida ai “luoghi non comuni” del marchio

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Ago 2017 alle ore 6:14am

Il marchio Gucci ha lanciato Gucci Places, una nuova sezione dell’applicazione ufficiale, grazie alla quale tutti gli utenti potranno conoscere i luoghi pubblici e privati che hanno ispirato l’estetica eclettica di Alessandro Michele.

Il primo “Gucci Place”, visitabile virtualmente è Chatsworth House, in Inghilterra. Dove la maison ha promosso la mostra intitolata House Style, in corso fino al 22 ottobre, curata dall’editor-at-large di Vogue America, Hamish Bowles che ha scattato la campagna pubblicitaria della collezione resort 2017, a cui ha contribuito anche l’attrice Vanessa Redgrave.

La collaborazione tra Chatsworth House e Gucci Places ha portato alla creazione di una gamma unica di articoli, tratti dalla collezione Gucci Courrier, sui quali sono stati applicati i patch Chatsworth e Gucci Places.

I prodotti sono in vendita dal mese di luglio, nel negozio di Chartsworth House e nello store di Gucci di Sloane Street, a Londra.

Ogni luogo selezionato dalla maison avrà un badge che gli utenti potranno ottenere e collezionare, registrandosi attraverso l’app al Gucci Place in questione.

Poi grazie al servizio di geolocalizzazione verranno inviate notifiche push che inviteranno i clienti, in prossimità di un Gucci Place, a visitarlo e ad accedere alle descrizioni e alle immagini o video di quest’ultimo.

Presente anche un calendario eventi.

Il progetto in progress prevede nei prossimi mesi l’aggiunta di altri Gucci Places.