agosto 6th, 2017

Napoli, pane fatto con acqua di mare contro la siccità

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 9:46am

L’uso dell’acqua di mare è un valido rimedio per la panificazione nel periodo di siccità. A spiegarlo è il presidente campano di Unipan, Domenico Filosa: “è indicata per chi deve seguire una dieta povera di sodio e consente di risparmiare acqua potabile. Durante la lavorazione del pane, infatti, viene utilizzata acqua di mare depurata microbiologicamente pura, a uso alimentare, ottimo sostituto del sale comune e iodato.” (altro…)

E’ emergenza sangue in tutta Italia: l’appello ai donatori (e non) alla donazione

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 9:13am

Nei mesi di giugno e di luglio si è registrata un’enorme carenza di sangue in molte Regioni italiane, soprattutto Lazio, Abruzzo e Basilicata, Sicilia e Sardegna con un continuo fabbisogno elevato di donazioni a causa della massiccia presenza di pazienti talassemici, bisognosi di continue trasfusioni, mettendo a rischio terapie salvavita e interventi chirurgici programmati ed in emergenza.

Se non verranno accolti gli appelli lanciati dalle associazioni di volontari, anche nelle prossime settimane, la rete trasfusionale nazionale non sarà in grado di soddisfare i Livelli Essenziali di medicina trasfusionale.

A rivelarlo i dati raccolti dal Centro Nazionale Sangue, secondo cui in alcuni giorni si sono superate le 1100 unità mancanti in tutte le regioni italiane.

A rischio – sottolinea il direttore del Centro Nazionale sangue Giancarlo Maria Liumbruno – sono le terapie salvavita, considerato ad esempio che per un paziente leucemico necessita di otto donatori a settimana e che le talassemie e le altre emoglobinopatie assorbono circa il 10% delle raccolte sul territorio nazionale. Inoltre, poi ci sono gli interventi chirurgici, se si pensa che ad esempio per un trapianto cuore-polmoni possono essere usate fino a 30-40 sacche di sangue.

È importante infine, che tutte le Regioni cerchino di contribuire il più possibile al sistema di compensazione nazionale e che incrementino la raccolta.

Per questo l’appello è rivolto a tutti i donatori, e non di tutte le regioni italiane.

Ancora caldo torrido in tutta Italia: da oggi forti temporali al Nord che si sposteranno a metà settimana anche al Sud

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 9:06am

Ancora caldo torrido e sole in tutta Italia, al di sopra della media stagionale.

Ma da oggi, l’anticiclone africano comincerà a subire qualche “spallata”, grazie all’arrivo di correnti più fresche provenienti dall’Atlantico.

Così, dopo un’iniziale resistenza, lascerà spazio ai primi temporali al Nord-Italia, i quali interesseranno principalmente Alpi e Prealpi, ed in modo più sparso anche parte della Valpadana, dove risulteranno anche di forte intensità.

Sul resto dell’Italia, il caldo continuerà a farsi strada. Al Nord e al medio-alto Adriatico assisteremo così ad una prima diminuzione delle temperature, di 4-6°C a seconda delle zone interessate.

Al centro sud, il cattivo tempo si sposterà verso la metà della settimana, dove saranno previste temperature in calo anche di 12 gradi con la presenza di Maestrale, Grecale e Bora sulle zone costiere centro meridionali.

‘Despacito’, il video supera 3 miliardi di visualizzazioni: ora è il più visto della storia di YouTube

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 8:33am

Il videoclip del brano “Despacito” di Luis Fons e Daddy Yankee, uscito lo scorso febbraio 2017, fa la storia di Youtube, raggiungendo in un solo giorno ben due record. (altro…)

Al cinema dal 10 agosto “Diario di una schiappa- Portatemi a casa”, un film per tutta la famiglia

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 7:35am

Esce al cinema, il 10 agosto 2017, un film di David Bowers, per tutta la famiglia, dal titolo “Diario di una schiappa – Portatemi a casa“. Con Alicia Silverstone, Tom Everett Scott, Jason Drucker, Charlie Wright, Owen Asztalos, Joshua Hoover, Chris Coppola, Carlos Guerrero, distribuito da 20th Century Fox.

Sinossi

La mamma di Greg ha deciso che la famiglia Hefley farà un viaggio di famiglia per recarsi al novantesimo compleanno della bisnonna, e ci sono regole da rispettare: la prima è quella di spegnere tutti i dispositivi elettronici cui i suoi figli (e suo marito) sono completamente assuefatti. La road trip sarà un susseguirsi di disastri epocali, dal confronto con la famiglia Barbù che ce l’ha a morte con Greg per un incidente avvenuto in un motel, alla malaugurata partecipazione ad una festa di paese, all’incontro con il mitico MacDigby, insopportabile fenomeno del web.

Cecità, allarme degli esperti: entro il 2050 triplicherà in tutto il mondo

Pubblicato il 06 Ago 2017 alle 6:26am

Il numero di persone non vedenti nel mondo rischia di triplicarsi da qui al 2050 per effetto dell’invecchiamento della popolazione, passando da 36 a 115 milioni. Ad affermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Lancet Public Health, secondo il quale anche per i pazienti con difetti visivi ci si aspetta un forte aumento se non si investirà di più sulle terapie.

Secondo l’analisi condotta da un team internazionale, coordinato da Rupert Bourne della Anglia Ruskin University, che ha esaminato i dati di 188 paesi, la percentuale di persone con problemi di vista sta diminuendo, ma per effetto dell’aumento e dell’invecchiamento i numeri assoluti sono destinati a crescere ancora di più.

Per i difetti visivi, che anche se meno gravi della cecità completa portano comunque ad un peggioramento della qualità della vita, si passerà dai 200 ai 550 milioni di persone colpite, in prevalenza nei paesi di Asia e Africa sub-sahariana.

Secondo gli esperti infatti, un maggiore accesso a interventi come la chirurgia della cataratta o ai semplici occhiali, potrebbe invertire il trend.

«Anche difetti piccoli della vista possono incidere pesantemente sulla vita delle persone – scrivono gli autori -, ad esempio impedendo di guidare. Gli interventi in questo campo sono tra quelli che danno il ritorno economico più grande».

La cecità interessa 11,7 milioni di persone in Asia meridionale, 6,2 milioni in Asia orientale, 3,5 persone nel Sud Est asiatico, più del 4% della popolazione in alcune parti dell’Africa sub-sahariana e meno dello 0,5% della popolazione dell’Europa occidentale.