Modena, il piccolo Julian ha un cuore nuovo. Papà e mamma: “Finalmente possiamo stringerlo”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Ago 2017 alle ore 9:14am

Una coppia modenese che abita nel Reggiano, pochi giorni fa ha visto rinascere il proprio bambino, Julian, di tre mesi, affetto da una grave malattia congenita, grazie ad un delicato intervento chirurgico e una importante donazione.

Per il piccolo ricoverato al Sant’Orsola di Bologna, la mattina dell’11 agosto la bellissima notizia: “in Slovacchia c’è il cuore di un neonato disponibile”.

Non c’è tempo da perdere, l’equipe dell’ospedale italiano parte immediatamente alla volta di Kosice per effettuare l’espianto. Poche ore dopo i medici arrivano alle Due Torri e di inizia subito l’operazione che durerà quasi dieci ore, meno rispetto al previsto.

La disperazione di mamma e papà, che credono che qualcosa sia andato storto, alla fine si trasforma in qualcosa di straordinario, miracoloso.

Il papà del piccolo Julian, dice al Resto del Carlino: «Il peggio è passato, ma Julian dovrà restare in ospedale per un po’ perché il decorso post-operatorio in questi casi è molto lungo. Ora però possiamo stargli accanto, accarezzarlo, mentre prima eravamo costretti a guardarlo da un vetro».

E alla domanda se pensa mai ai genitori che hanno messo a disposizione il cuore del loro bambino, risponde: «Continuamente e in futuro sarebbe bellissimo se potessero abbracciare Julian sapendo che loro figlio vive nel nostro».