Professore di Oxford crea il pasto perfetto da consumare durante il volo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Ago 2017 alle ore 7:45am

Un professore di Oxford, Charles Spence, psicologo sperimentale, specializzato in percezione del cibo, sarebbe stato reclutato dalla compagnia aerea britannica low-cost Monarch, mettendo insieme diversi ingredienti per creare una ricetta giusta per i viaggiatori in volo, in grado di “energizzare e ridurre lo stress”.

Il pasto includerebbe un gelato all’Echinacea, in grado di rafforzare il sistema immunitario, un dolce mochi di riso con thè verde e lavanda, un infuso d’erbe in grado di ridurre il gonfiore e una barretta dolce alla nocciola con funghi e pomodoro, messa a punto per “tenere i sensi svegli”.

Il gelato dovrebbe essere servito prima della partenza: questo perché, secondo le intenzioni di Spence, dovrebbe aiutare a prevenire raffreddore e altre malattie contagiose che si possono contrarre in volo. Il colore del gelato dovrebbe essere nero in quanto servirebbe a stupire i passeggeri, a tenerli occupati e anche a farli tornare con la mente ai dolci della propria infanzia e far scaturire, pensieri nostalgici.

Inoltre, dopo il decollo, dovrebbe essere servito il mochi, dalla tipica forma tondeggiante: si tratta di un dolce tradizionale nipponico, costituito da riso glutinoso che, tritato e pestato, va a formare una pasta bianca e appiccicosa. La texture così malleabile, secondo Spence, che aiuterebbe i passeggeri a rilassarsi.