Dal 1953 gli uragani hanno i nomi propri di persona. Prima del 1950 venivano chiamati con un numero identificativo, poi per qualche tempo sono state usate parole come Able, Baker, Charlie, ripetuti ogni anno con la conseguenza di creare confusione.

E’ solo dal ’53 che si scelsero i nomi propri, inizialmente però soltanto quelli femminili. Una scelta influenzata probabilmente dalla Marina militare, dove i nomi di donna sono storicamente molto utilizzati. Ma dopo 25 anni, sull’onda delle pressioni dei gruppi femministi, la regola è cambiata.

Dal 1979, i nomi che di anno in anno vengono assegnati rispettano l’alternanza di genere. Nel 2017, dopo Katia sarà il turno di Lee, poi di Maria e Nate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.