settembre 10th, 2017

Alice Rachele Arlanch è Miss Italia 2017, ha 21 anni e sogna di diventare un bravo avvocato

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 12:15pm

Alice Rachele Arlanch è Miss Italia 2017. Ventunenne, nata a Rovereto, risiede a Vallarsa. Era arrivata a Jesolo con la fascia di Miss Trentino Alto Adige. È stata eletta al termine della lunga diretta televisiva dal Pala Arrex di Jesolo, condotta da Francesco Facchinetti su La7.

Alta 1,78, occhi verdi e capelli castani, Alice Rachele è diplomata al liceo classico, studia giurisprudenza all’Università di Trento, con indirizzo diritto internazionale e transeuropeo e sogna di diventare un bravo avvocato “impegnato – dice – a garantire l’uguaglianza sociale e la tutela dei diritti delle minoranze”. Alice Rachele viene da una piccola frazione del Comune di Vallarsa (TN), che conta 14 abitanti, dei quali lei – assieme al fratello minore Andrea – è la più piccola “e anche la più bella”, confessa ridendo.

Alice ha praticato nuoto per molti anni ed ora si dedica alla corsa e alla palestra per mantenersi in forma. E’ tifosa del Milan ed amante dei viaggi, è appassionata di fotografia e ha da poco acquistato una fotocamera professionale con la quale vorrebbe immortalare “i momenti più belli” della sua vita.

Dopo di lei, seconda classificata Laura Codén di Feltre (BL), in gara con il titolo di Miss Romagna 2017 per aver disputato le selezioni regionali in Emilia Romagna, dove studia. Terza Samira Lui, 19 anni di Udine, la prima Miss Italia Chef della storia, che si è cimentata ai fornelli nei giorni scorsi aggiudicandosi il titolo dopo aver cucinato il frico, il piatto tipico friulano, davanti alle telecamere dell’emittente di Urbano Cairo.

Stupro di Firenze, carabiniere: «La studentessa mi ha chiesto di salire, non so che mi è successo»

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 11:02am

Risvolti nella vicenda delle due studentesse americane che hanno accusato due carabinieri di stupro a Firenze, all’uscita da una discoteca, nel loro palazzo, dove le due risiedono.

La telefonata è arrivata l’altro giorno: «Avvocato, ha visto questa cosa della violenza? È me che accusano. Io questo non lo posso proprio accettare. Faccio da vent’anni il carabiniere, non ho mai avuto un problema, non posso stare così. Voglio andare a dire come si sono svolte realmente le cose». Si tratta dell’appuntato scelto che ha preferito rivolgersi a un difensore donna, Cristina Menichetti, una penalista di Prato, città dove lui è originario.

Quarantacinque anni, metà di questi trascorsi nell’Arma, ieri pomeriggio, l’indagato, si è recato in procura a Firenze e ha confessato tutto. «È vero, ho avuto un rapporto sessuale con una delle due ragazze, ma è stato un rapporto consenziente. È stata lei a dirmi se volevo salire nel suo appartamento, e io ho fatto quello che ho fatto. Non so cosa mi sia successo, ma ormai non si può tornare indietro».

Il pm Ornella Galeotti riceve così la sua confessione e insiste per conoscere più particolari della vicenda. «Se potessi, dottoressa – aggiunge il militare – riavvolgerei il film per tornare indietro».

Il suo collega era con lei? Viene chiesto dal magistrato. «Sì, c’era anche lui, eravamo insieme. Non so dire esattamente cosa abbia fatto, ma stava lì».

Il collega, trent’anni, più basso di grado, non ha ancora deciso se presentarsi oppure no a parlare con il pm. Non accetta questa ricostruzione e le accuse mosse nei suoi confronti.

Non ne vuole proprio sapere. Eppure davanti all’evidenza dei fatti, forse sarebbe utile agire in fretta, e dire tutta la verità. Le prove ci sono. Ci sono persone che li hanno visti accompagnare le due 21enni a casa, e ci sono le riprese delle telecamere. Lungo tutto il percorso che hanno fatto.

Inoltre, sembrerebbe che i due fossero habitué della discoteca Flò. Non si sa se per lavoro, o per altro. Conoscevano tant’è il proprietario, tanto che la sera della presunta violenza, sarebbero stati chiamati proprio da lui, a causa di una lite che stava scoppiando nel locale.

I due avrebbero scambiato qualche parola con le due ragazze, proprio nella discoteca. Una battuta, una parola di troppo, un sorriso. Poi se le sono ritrovate fuori al locale in attesa di un taxi che non arrivava e si sono offerti di accompagnarle fino a casa.

Il particolare viene considerato molto importante dalla procura, anche perché si potrebbe aprire un nuovo fronte di indagine. Per accertare se altri componenti delle forze dell’ordine abbiano adescato studentesse in giro la notte per la città. Magari agevolati dal fatto di essere in divisa e quindi di non destare timori e preoccupazioni.

Polpette di insetti sugli scaffali dei supermercati svizzeri

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 9:33am

La Coop d’oltralpe, una delle catene più grandi del Paese con oltre 2mila punti vendita e 2 milioni e mezzo di soci, ha cominciato a mettere sul mercato “svizzero” le polpette tipo “falafel” fatte con le larve dei tenebrioni (vermi della farina) impastati con ingredienti più familiari come carote, riso e varie spezie tra cui origano e chili.

Una proposta alternativa alla consueta carne di manzo o di maiale.

Oltre a essere delle piccole bombe proteiche e ricche di micronutrienti – un Kg di carne di insetto contiene dodici volte la quantità di proteine rispetto alla carne di manzo – gli insetti infatti non occupano molto spazio e il loro allevamento per il consumo alimentare emette molti meno gas serra.

Inoltre la scelta è molto vasta: circa duemila le specie commestibili. Per il momento però, questi “bug burger” sono piuttosto salati anche per le tasche mediamente floride del consumatore svizzero. Costano infatti più o meno il doppio di analoghi prodotti della linea Bio della stessa catena e cinque volte tanto gli hamburger tradizionali più economici.

Spinaci: ritiro dai supermercati, perché contenente erba velenosa

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 8:25am

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro immediato dai supermercati di alcuni lotti di confezioni di spinaci presenti sul mercato, vista la possibile presenza di erba infestante velenosa nelle buste. (altro…)

Presto, le notifiche delle multe con il domicilio digitale

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 7:12am

Arriva il domicilio digitale, l’indirizzo elettronico su cui ogni contribuente potrà ricevere ogni tipo di notifica e comunicazione, comprese le multe. Una nuova piccola rivoluzione digitale prevista dal decreto correttivo del Codice dell’amministrazione digitale introdotto dalla riforma Madia e che ha ottenuto il primo ok dal Consiglio dei ministri. (altro…)

L’inganno, al cinema dal 21 settembre 2017

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 6:54am

Esce al cinema, il 21 settembre, un film di Sofia Coppola, che racconta la storia di un uomo che viene ferito e curato dalle donne di un collegio femminile. Tre di loro si innamorano di lui. (altro…)

Julia Roberts protagonista della sfilata veronese di Calzedonia

Pubblicato il 10 Set 2017 alle 6:47am

Julia Roberts è stata la grande protagonista a Verona della sfilata di Calzedonia, marchio di cui l’attrice è testimonial.

L’attrice premio Oscar è protagonista nel terzo spot consecutivo, televisivo del marchio di calze e collant, girato a Los Angeles e diretto dal produttore Gran Heslov.

Un nuovo spot, che viene proposto come un sequel del precedente, e vede l’attrice americana coinvolta in gag incentrate sul ritorno del collant come accessorio must have del momento.

Alla sfilata veronese, per l’autunno inverno 207 2018, ospitata all’interno degli headquarter dell’azienda, hanno partecipato anche modelle di fama internazionale, grandi star e social influencer.

La celebrety protagonista di Pretty Woman ha applaudito in prima fila in miniabito rosa e calze decorate pois. Accanto a lei, il presidente di Calzedonia Sandro Veronesi.

In passerella le top models più apprezzate del momento, tra cui Angela Ruiz, Emi Renata Sakamoto, Kate Grigorieva e Annika Krijt, hanno sfoggiato i modelli di punta della nuova collezione autunno-inverno 2017/2018 tra cui calze a rete decorate da perle e cristalli, ricami di pois, stelle e fiori, nylon dalle tinte fluo.

Fotografia di Angelo Sartori