E-cig contenenti nicotina, collegate all’aumento di ben 3 volte del rischio di attacco cardiaco e ictus

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Set 2017 alle ore 7:00am


Uno studio presentato in occasione dell’European Respiratory Society International Congress (ERS) che si è tenuto a Milano in questi giorni a Milano, dal 9 al 13 settembre 2017, ha confermato che l’uso di sigarette elettroniche contenenti nicotina può far aumentare di ben 3 volte il rischio di infarto del miocardio (o attacco di cuore) e ictus, come indicato anche da un altro studio pubblicato in precedenza.

Tutto questo sarebbe una conseguenza dell’aumento di rigidità delle arterie (o arteriosclerosi), dell’aumento della pressione arteriosa (o ipertensione) e della frequenza cardiaca.

Il dottor Magnus Lundbäck, autore dello studio, ha ricordato al congresso che «Il numero degli utenti di sigarette elettroniche è notevolmente aumentato negli ultimi anni. L’industria della sigaretta elettronica commercializza il proprio prodotto come un modo per ridurre i danni del tabacco e aiutare le persone a smettere di fumare sigarette. Tuttavia, la sicurezza delle sigarette elettroniche è messa in discussione e un crescente numero di prove suggerisce diversi effetti negativi per la salute».