Messico: la terra trema ancora. Il sisma è di magnitudo 7,1, si temono centinaia di vittime

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Set 2017 alle ore 10:10am

La terra trema ancora in Messico e torna la paura tra la popolazione. Appena 12 giorni dopo il sisma di magnitudo 8.2 , che ha sconvolto il Paese, e ha causato almeno 98 morti, un nuovo terremoto di magnitudo 7,1 della scala Richter è stato registrato a 12 chilometri a sudest di Axochiapan, nello stato di Morelos, a circa 160 chilometri dalla capitale messicana.

La scossa è arrivata mentre il paese ricordava l’anniversario del sisma del 1985 a causa del quale morirono almeno seimila persone.

Le vittime sono davvero tante. Secondo gli ultimi dati forniti dalla Protezione civile, i morti sono almeno 248, dei quali 117 a Città del Messico, 72 nello Stato di Morelos, 43 in quello di Puebla, 12 nello Stato del Messico, tre in quello di Guerrero e un altro in quello di Oaxaca.

Numeri destinati a crescere ancora.

Si tratta in gran parte di persone rimaste uccise sotto le macerie nelle proprie abitazioni.