Bimbi al nido meno intelligenti di quelli a casa

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Ott 2017 alle ore 9:07am


Secondo una recente studio, condotto da un team di specialisti del Dipartimento di Scienze economiche dell’Università di Bologna, i bambini fino a 2 anni che restano a casa sono più intelligenti di quelli che invece vanno al nido, anche se hanno più possibilità di diventare obesi.

Lo studio condotto dagli esperti bolognesi si è concentrato su 7.000 bambini di Bologna: alcuni iscritti al nido e altri no. I piccoli volontari sono degli stessi contesti sociali.

Ebbene, i ricercatori hanno somministrato ai primi dei quiz per misurare il loro quoziente intellettivo, valutare la loro massa corporea e personalità, scoprendo che il quoziente intellettivo dei bambini che non andavano al nido era più alto di quello degli altri che invece ci andavano. Ma di contro era maggiore anche il rischio obesità.

Stando a quanto è emerso, i piccoli che andavano al nido erano meno intelligenti degli altri che non ci andavano ma meno esposti al rischio obesità e sovrappeso.

I bimbi che invece, restavano a casa, molto spesso mangiavano in maniera più ‘confusa’, pasti meno bilanciati, che non favorivano obesità e sovrappeso. Soprattutto se restavano a casa con i nonni.