Un gruppo di ricercatori dell’Isasi-Cnr hanno realizzato un microscopio olografico integrato su una sorta di vetrino in grado di fornire immagini 3D da cui si ricavano conseguentemente, i dati quantitativi di elementi biologici.

Il chip consentirà di portare la diagnostica di laboratorio direttamente presso il domicilio del paziente.

Lo studio in questione è stato pubblicato su “Light: Science and Applications” del gruppo Nature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.