dicembre 23rd, 2017

Statali: firmato accordo per il contratto, aumenti da 63 a 117euro mensili sullo stipendio base

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 10:18am

Siglato nella notte il nuovo contratto degli statali per il triennio 2016-2018 che pone fine a un blocco durato ben otto anni. Al termine di una trattativa lunghissima Aran e i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Confsal (non hanno firmato Usb, Cgs e Cisa) hanno raggiunto l’accordo che prevede un aumento medio mensile pari a regime a circa 85 euro lordi sullo stipendio base. (altro…)

Roberto Bolle, l’étoile torna su Rai1 il 1 Gennaio ore 21:00

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 9:04am

Fece oltre quattro milioni di ascolti, ovvero il 18 per cento di share. Nessuno avrebbe creduto che la danza su RaiUno in prima serata potesse fare questi numeri. E invece ci è riuscito Roberto Bolle, che replicherà molto presto.

Dopo il successo della scorsa stagione, Roberto Bolle – Danza con me lo show del number one della danza internazionale andrà in onda il 1 gennaio sulla rete ammiraglia della Rai alle ore 21, collocazione prestigiosissima televisivamente parlando e in una nuova formula ancora più spettacolare, con più effetti speciali, invenzioni e ritmo dello prima edizione (nello staff: Michael Cotten l’artefice dei Superball Usa e di This is it di Michael Jackson).

E nuovi ospiti come Polina Semionova, Melissa Hamilton del Royal Ballet, Nicoletta Manni prima ballerina della Scala, Claudio Coviello, Timofej Andrijashenko con molte altre star del “classico”, ma anche artisti pop come Fabri Fibra, Lil Buck star Usa della street dance, Geppi Cucciari, Tiziano Ferro, Virginia Raffaele, Ahmad Joudah, il ballerino siriano che si è salvato grazie alla danza e che danzerà con Sting e canterà Inshallah e la conduzione molto originale di Marco D’Amore-Ciro di Gomorra. “Balleremo insieme un pezzo di West side story – anticipa Bolle – dove lui diventerà un po’ più buono e io un po’ più cattivo”.

L’udito: il regalo più grande per la crescita e la formazione scolastica di un bambino

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 7:44am

Secondo i dati raccolti dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), quasi 32 milioni di bambini convivono con disabilità uditive e più del 90% dei bambini è nato da genitori udenti; fino a 1 neonato ogni 200 nasce con una disabilità uditiva grave o la sviluppa nei primi anni di vita.

L’impianto cocleare può avere risultati positivi sullo sviluppo del bambino.

Gli impianti uditivi possono migliorare il suo linguaggio, la sua lingua e il vocabolario e anche aiutare il benessere fisico, psichico e sociale del bambino: i benefici degli impianti cocleari possono estendersi oltre il miglioramento dell’udito, della lingua e della parola anche ad altri aspetti della vita quotidiana, come il gioco, la socializzazione, l’apprendimento, ecc.

Nei bambini, il trattamento precoce è fondamentale e la ricerca ha dimostrato che è importante per garantire i risultati migliori. Diversi studi hanno dimostrato che i bambini sottoposti a impianti prima del compimento del secondo anno d’età hanno “prestazioni significativamente migliori” rispetto a quelli in cui viene installato un impianto più tardi e molti sono in grado di sviluppare competenze linguistiche orali pari a quelle dei bambini udenti.

In occasione dei 40 anni dal primo impianto cocleare multicanale, sviluppato da Ingerborg e Erwin Hochmair, MED-EL, l’azienda leader del settore ricorda l’importanza della diagnosi precoce e del trattamento tempestivo della sordità, soprattutto nei bambini, spiegando l’importanza dell’udito nella crescita e nel percorso formativo e scolastico.

Per visualizzare il video della campagna su www.medel.com .

Jeans skinny troppo aderenti, perché fanno male

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 6:58am

Una scelta dettata dalla moda e da una sana volontà di sedurre può ritorcersi contro le donne che indossano pantaloni attillati, spessi di tessuto come nel caso dei super skinny.

Infatti dicono gli esperti, un capo che comprime troppo l’addome e le cosce, può portare ad una cattiva circolazione sanguigna, a problemi di ritenzione idrica, cellulite, a disturbi digestivi e intorpidimento delle gambe, ma non solo.

Nei casi più gravi, possiamo avere anche neuropatie tibiali e bilaterali, compressione dei nervi periferici in più zone che sono costrette a stare strette. In modo continuativo e protratto nel tempo. I jeans troppo stretti dunque, sono un serio pericolo per la nostra salute.

Inoltre, è anche possibile che si presenti il rischio di una sindrome compartimentale, ossia, un aumento della pressione su una parte del corpo conosciuta anche come compartimento muscolare, che può danneggiare muscoli e nervi, oltre a ridurre il flusso sanguigno.

Certamente, se si indossa un jeans stretto ogni tanto e per poche ore, non si corre alcun pericolo. Il problema sussiste se si è solite indossare capi molto aderenti, allora bisogna stare veramente molto attente! I rischi potrebbero essere molto seri.

Il nuovo capolavoro Disney•Pixar COCO al Gemelli per celebrare un Natale e portare gioia del cinema ai piccoli pazienti

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 5:54am

Il nuovo film Disney•Pixar Coco è arrivato in anticipo, prima dell’uscita, nella sala MediCinema nel Policlinico Universitario Agostino Gemelli con una proiezione speciale dedicata ai piccoli pazienti e alle loro famiglie, per un pomeriggio all’insegna del divertimento e della spensieratezza. A rendere indimenticabile questa occasione, la partecipazione di Emiliano Coltorti, voce italiana del simpatico Hector che nel film accompagna il giovane protagonista Miguel in uno straordinario viaggio alla scoperta della storia, mai raccontata, della sua famiglia. Emiliano ha portato con entusiasmo un saluto a tutti i presenti in sala e introdotto il film, che torna al Gemelli dopo l’evento speciale dello scorso 19 novembre alla presenza, per la prima volta in sala, dei film-makers (il regista Lee Unkrich e la produttrice Darla K. Anderson).

La proiezione natalizia del film, che arriverà nelle sale italiane dal prossimo 28 dicembre, ribadisce l’impegno e la volontà di The Walt Disney Company Italia di sostenere la terapia del sollievo attraverso la magia del cinema voluta e promossa da MediCinema Italia Onlus. Terapia che rappresenta il punto di partenza dello studio scientifico coordinato dal Prof. Celestino Pio Lombardi, del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, che misura gli effetti della ‘cine-terapia’ sui degenti, grandi e piccoli, in collaborazione con altri centri ospedalieri, quali il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, che insieme a MediCinema stanno contribuendo a questa stimolante esperienza.

Fulvia Salvi, Presidente di MediCinema Italia Onlus ha affermato: “A pochi giorni dal Natale il mio pensiero va a chi dovrà trascorrere questo periodo in Ospedale. Contiamo con questo bellissimo film di aver portato un momento di sollievo ai pazienti e ai loro famigliari. Con Coco oggi offriamo un’occasione speciale nella sala MediCinema che ci stimola a far crescere questo ambizioso progetto con il sogno di portare la terapia con il cinema in ogni Ospedale. Ringrazio Disney Italia per essere al nostro fianco nello sviluppo dei progetti Medicinema‘’.

Nude-tella, i rossetti al gusto Nutella

Pubblicato il 23 Dic 2017 alle 5:00am

Il marchio di cosmetici, Beauty Bakerie ha lanciato un set di rossetti dall’effetto Nutella che, in onore della principessa delle crema al cioccolato alla nocciola, si chiamano appunto Nude-tella. (altro…)