Sanremo 2018, Baglioni alla conferenza stampa di presentazione: “Gli ospiti internazionali canteranno qualcosa di italiano”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Gen 2018 alle ore 9:36pm

Si è tenuta questa mattina del 9 gennaio 2018, al Casinò di Sanremo, la conferenza stampa di presentazione del68° Festival della Canzone Italiana (in onda su Rai1 dal 6 al 10 febbraio e su Radio2 con Gino Castaldo, Andrea Delogu e Ema Stokholma), alla presenza tra gli altri, del Direttore Rai1 Angelo Teodoli, del vicedirettore Claudio Fasulo, del cantautore romano, Claudio Baglioni (direttore artistico, conduttore del festival), del presidente del Casinò, Massimo Calvi e del regista Duccio Forzano.

Baglioni, molto entusiasta e prepositivo per questa nuova avventura, spiega: “Sono il dittatore artistico di questo Festival: mi prendo questo avanzo di responsabilità e potere che non guasta”.
“E’ la 68ma edizione del Festival e il 68 mi fa venire in mente il flower power – ha esordito dicendo ancora, il direttore artistico – quando tutto il mondo pensò che il futuro potesse essere una gran bella cosa. Oggi pensiamo invece al futuro come qualcosa di temibile e angoscioso. Per questo voglio che Sanremo sia una festa popolar-nazionale: la canzone è un’arte povera, ma che sa durare nel tempo, che plasma la nostra memoria collettiva fatta di emozioni e ricordi legati alla musica, quest’intruglio magico tra parole e note. Porteremo l’immaginazione al Festival, perché dobbiamo sempre aspirare al bello e al bene: noi vogliamo emozionare”.

Introduce Michelle Hunziker che insieme a Pierfrancesco Favino, affiancherà Baglioni nella conduzione del Festival. La showgirl italiana e’ alla sua seconda esperienza sanremese, dopo quella del 2007 accanto a Pippo Baudo.

“Sono gasatissima, gasatissima, gasatissima”. “Prima ho letto sui giornali che avrei fatto il Festival, poi è diventato vero. Sarà un’esperienza meravigliosa. Siamo tutti fan di Baglioni, che ha dato tanto alla musica italiana. Lo conoscevo da bambina in Svizzera, conoscevo lui e Pippo Baudo. Mi sento veramente tranquilla, a livello musicale è il numero 1. Non vedo l’ora”.

“Faccio Sanremo perché così impareranno tutti che mi chiamo Favino, è davvero un nuovo battesimo. Essere qua è un cerchio che si chiude, sognavo Sanremo da quando ero bambino. – Rivela l’attore italiano – Ma non sono il Banderas italiano, non parlo con le galline”.

Poi Michelle Hunziker aggiunge: “Mi è piaciuto quello che hanno fatto le donne ai Golden Globes, come è stato trattato il caso Weinstein, mi è piaciuta Oprah Winfrey. Anch’io vorrei fare qualcosa per le donne sul palco dell’Ariston, legato alla situazione in Italia. Non in modo retorico, ma speranzoso. Ci tengo tanto, da dieci anni con la mia associazione Doppia Difesa sono accanto alle donne”.

Duccio Forzano, annuncia quella che sarà la sua regia: “Quest’anno per la prima volta in Rai e in uno studio impiegheremo la spidercam, quella che si usa sui campi da calcio”. “Se qualcosa non piacerà dal punto di vista estetico, la colpa sarà solo mia”. Baglioni descrive la scenografia di Trixie Zicoschi “sarà una sala da concerto, una sorta di auditorium: si potrà usare fino al 2028, è una scena coraggiosamente bianca. Ci auguriamo che il festival non sarà di luci e ombre, ma solo di luci”.

Un festival dunque pieno di tante novità e tante sorprese, come ad esempio gli ospiti, che ad oggi non sono stati ancora annunciati.

Baglioni, infatti, precisa: “Stiamo ancora ricamando gli inviti, ma non ho in mente passerelle per divi di Hollywood che vengano a farsi le vacanze romane, anzi sanremesi”. “Ci sara’ la musica internazionale, ma a condizione che artisti accettino di cantare qualcosa di italiano!”.

Sanremo 2018 in pillole:

Presentatori: Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e PierFrancesco Favino

Regia: Duccio Forzano, alla sua quinta edizione.

Scenografia : Emanuela Trixie Zitkowsky.
A lei l’incarico di disegnare il palco del Teatro Ariston. Per lei non è suo primo Festival. Suo il concept scenico di Sanremo 2014, l’ultimo condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.

20 Big in gara:

Riccardo Fogli e Roby FacchinettiIl segreto del tempo
Nina ZilliSenza appartenere
Mario BiondiRivederti
The KolorsFrida
Diodato e Roy Paci Adesso
Luca BarbarossaPassame er sale
Lo Stato Sociale Una vita in vacanza
AnnalisaIl mondo prima di te
Giovanni Caccamo Eterno
Enzo Avitabile con Peppe ServilloIl coraggio di ogni giorno
Ornella Vanoni con Bungaro e PacificoImparare ad amarsi
Renzo RubinoCustodire
Noemi Non smettere mai di cercarmi
Ermal Meta e Fabrizio MoroNon mi avete fatto niente
Le VibrazioniCosì sbagliato
Ron Almeno pensami
Max GazzèLa leggenda di Cristalda e Pizzomunno
DecibelLettera dal Duca
Red CanzianOgnuno ha il suo racconto
Elio e Le Storie Tese Arrivedorci

Nuove proposte:

Mudimbi Il mago
EvaCosa ti salverà
MirkoeilcaneStiamo tutti bene
Lorenzo BaglioniCongiuntivo
Giulia CasieriCome stai
UltimoIl ballo delle incertezze
Leonardo MonteiroBianca
Alice CaioliSpecchi rotti

Regolamento:

Cancellata la serata delle cover e le eliminazioni.
Limite di durata delle canzoni in gara allungato ad un massimo di 4 minuti.
Divieto per i Campioni di esibirsi “in manifestazioni, incontri o programmi che prevedano loro interpretazioni-esecuzioni di ogni composizione musicale (anche se diverse da quelle presentate in occasione della competizione a Sanremo 2018), in diffusione televisiva, radiofonica, via internet, etc. nel periodo tra il 25 dicembre 2017 e sino al termine della Quinta Serata – Serata Finale (che si terrà il 10 febbraio ndr) di Sanremo 2018”.
Prima serata: i venti Campioni in gara si esibiscono votati da pubblico (televoto, 40% del peso percentuale), giuria demoscopica (30%) e sala stampa (30%).
Seconda serata: dieci Campioni in gara e quattro Nuove Proposte si esibiscono, votati da pubblico (televoto, 40%), giuria demoscopica (30%) e sala stampa (30%).
Terza serata: dieci Campioni e quattro Nuove Proposte si esibiscono, votati da pubblico (televoto, 40%), giuria demoscopica (30%) e sala stampa (30%).
Quarta serata: i venti Campioni ripropongono le loro canzoni accompagnati da artisti ospiti. Le otto Nuove Proposte si esibiscono per l’ultima volta. Entrambi i circuiti sono votati da pubblico (50%), sala stampa (30%) e giuria di esperti (20%). A fine serata viene attribuito un premio RAI all’esibizione/arrangiamento più votato. Si proclama il vincitore di Sanremo 2018 Nuove Proposte.
Quinta serata: i venti Campioni ripropongono le loro canzoni votati da pubblico (50%), sala stampa (30%) e giuria di esperti (20%). Viene stilata una classifica data dalla media dei voti ottenuti tra tutte le serate e si attribuiscono i vari premi (Premio al Miglior Testo, dalla giuria degli Esperti; Premio alla Migliore Interpretazione, dalla Sala Stampa; Premio alla Migliore Composizione Musicale, dall’Orchestra del Festival).
Viene azzerata la classifica per i primi 3 classificati, ai quali viene data possibilità di effettuare uno spareggio, al cui termine viene eletto il vincitore del Festival di Sanremo 2018.

Nel corso delle cinque Serate potranno essere attribuiti, d’intesa con il Direttore Artistico e con RAI-Direzione di Rai Uno, i riconoscimenti della Città di Sanremo a grandi artisti della musica contemporanea.

Autori: Martino Clericetti, Pietro Galletti, Ermanno Labianca, Massimo Martelli, Guido Tognetti, Paola Vedani.

Consulente Musicale del direttore artistico: Massimo Giuliano.

Si attendo conferme per ospiti e conduzione del pre e dopo festival.

Credit Photo Giovanna Manna