Dieta: se non si dimagrisce forse si commettono questi 6 errori

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Gen 2018 alle ore 6:50am

Se si è a dieta e non si riesce a perdere peso, spiega l’esperta Lucia Bacciottini, nutrizionista dell’università di Firenze, che digiunare o togliere dal proprio regime alimentare intere categorie di cibi, dai latticini alla carne, dai grassi al glutine, fa male al fisico e al cervello e non aiuta a ritrovare la linea: «Le diete strette portano a sgarrare perché abbiamo bisogno di provare piacere mangiando; chi se lo nega troppo a lungo magari dimagrisce, ma rischia di ritrovarsi “spenta”, incapace di provare emozioni positive.

“Le rinunce ingiustificate e prolungate, possono provocare carenze dannose e disturbi: molte intolleranze sono il segnale di un fisico che non riesce a gestire bene alimenti sani e innocui perché è malnutrito a causa di scelte insensate, che hanno alterato la flora batterica intestinale”. Bisogna invece non cadere nella trappola dei regimi per “depurarsi”, che peraltro seducono più spesso donne che già sono magre, ma piuttosto cercare di ritrovare il proprio equilibrio. “Per dimagrire in salute occorre capire il valore positivo del cibo intero, non industriale, e non escluderne nessuno: il segreto è una dieta in cui le porzioni sono adeguate e gli alimenti “a rischio”, dalla cioccolata alla pizza, arrivano in tavola di rado. Così non provocano dipendenza, ma regalano la gioia di cui abbiamo bisogno”.

Questi i 6 errori da non commettere quando si è a dieta:

1. Essere troppo drastiche.

2. Credere nel detox.

3 Cadere nella trappola delle diete di moda.

4 Pensare che il digiuno sia risolutivo.

5 Convincersi di avere qualche intolleranza.

6 Vedere il cibo come qualcosa che fa male