Menopausa e sessualità: in arrivo il vibratore anti-age consigliato dalla medicina

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Gen 2018 alle ore 7:16am

Il dott. Paolo Mezzana, chirurgo estetico e specialista di ringiovanimento vaginale e componente della Society of Aestetic Gynecology (Esag), ha messo a punto un vibratore anti-age che aiuterebbe le donne a riattivare i tessuti e a far ripartire la loro sessualità. Lo specialista intervistato da Adnkronos ha spiegato che i primi cinque prototipi sono stati sperimentati da 5 donne insieme a un gel, a base di centella asiatica e acido ialuronico, brevettato e prodotto da una ditta in Italia.

Ebbene, spiega lo specialista, “L’apparecchio produce una vibrazione a 100 hrz, una particolare frequenza che stimola la replicazione cellulare e la vascolarizzazione. Ma è una vibrazione che può anche produrre piacere. Ciò permette alle donne in menopausa di riprendere confidenza con il proprio corpo, un’attitudine che in questa fase della vita tendono a perdere, ma che ha un’importanza fondamentale per il benessere generale e per la funzionalità intima”. Inoltre, questo vibratore anti-age, aggiunge ancora Mezzana “emette una luce a bassa intensità, di colore rosso in grado di stimolare il rinnovamento dei tessuti. A questo si aggiunge la ionoforesi che permette il passaggio di un particolare tipo di corrente elettrica in grado di aumentare la permeabilità dei tessuti al gel anti-age a base di acido ialuronico e centella asiatica utilizzato insieme l’apparecchio”.

Ma non solo. Si tratterebbe inoltre del primo sex toy con la certificazione Ce medicale, in vendita proprio come un normale apparecchio di cura medica. Infatti, una volta entrato in commercio il vibratore anti-age, realizzato in silicone medicale, sarà affidato a medici specialisti in patologie del pavimento pelvico che prescriveranno degli esercizi e potranno controllare l’efficienza dell’apparecchio attraverso un sistema bluetooth.

Il suo costo? Circa 500 euro. Ma assicura l’esperto, questo apparecchio permette alle donne che hanno avuto problemi fisiologici o legati a tumori, di ritrovare una funzionalità intima dopo la menopausa.