Sanremo, ciclone Virginia Raffaele. Baglioni scatenato con Via. Momenti di grande intensità con gli ospiti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Feb 2018 alle ore 3:10am

Claudio Baglioni apre la terza serata del Festival di Sanremo con un suo grande successo, Via. L’Ariston impazzisce e anche il pubblico in rete.

“Dichiaro aperta la terza serata del Festival di Sanremo”, dice il cantautore romano, direttore artistico del Festival. Fanno il loro ingresso in scena anche Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker. Quest’ultima, capelli raccolti e abito lungo firmato Trussardi.

Si esibiscono gli altri 4 Giovani Proposte. Gli altri 4 li avevamo ascoltati ieri sera. Si tratta di Mudimbi (Il mago); Eva (Cosa ti salverà), Ultimo (Il ballo delle incertezze) e Leonardo Monteiro (Bianca). La giuria demoscopica decide: Mudimbi, primo; Ultimo, secondo; Eva, terza e Leonardo Monteiro, quarto.

Dopo i 10 Big in gara già riascoltati ieri sera, è la volta degli altri 10 big. Cantano: Giovanni Caccamo con ‘Eterno’, Ermal Meta e Fabrizio Moro con ‘Non mi avete fatto niente’ (restano in gara dopo la decisione della Rai del non plagio), Lo Stato Sociale con ‘Una vita in vacanza’, con la loro ballerina agée, che ha fatto impazzire tutti, Luca Barbarossa con ‘Passame er sale’, Enzo Avitabile/Peppe Servillo con ‘Il coraggio di ogni giorno’, Max Gazzè con ‘La leggenda di Cristalda e Pizzomunno’, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con ‘Il segreto del tempo’, Noemi con ‘Non smettere mai di cercarmi’, The Kolors con ‘Frida (mai, mai, mai)’, Mario Biondi con ‘Rivederti’.

La prima ospite della serata è Virginia Raffaele. Era stata annunciata da Baglioni in conferenza stampa per sabato 10 febbraio. Si alza dalla platea e dice “Speravo di starmene lì tranquilla a fianco del direttore generale… Fino alle 2 di notte, mi sarei addormentata tra le braccia di Orfeo..”. Nasce uno sketch con il padrone di casa. Baglioni, viene preso in giro per la sua età, anche se ‘sex symbol’. “Sei la storia del Novecento. La tua prima fidanzata è quella che balla con Lo Stato Sociale… e da Mediaset ti hanno mandato la badante svizzera (Michelle Hunziker, ndr)”. L’esibizione si chiude con il duetto tra i due, ‘Canto anche se sono stonata’, omaggio a Lelio Luttazzi e Mina e il cantautore romano che per convincerla a cantare la imita mentre fa Belen. Un momento molto brillante e di altissima qualità.

Arrivano i Negramaro, cantano ‘La prima volta’ e duettano con Baglioni su una bellissima poster riarrangiata dal gruppo.
Un’esibizione che emoziona moltissimo, toccando sicuramente uno dei picchi più alti della serata del festival.

Pierfrancesco Favino e Rolando Ravello si cimentano in uno sketch su Steve Jobs, alle prese con la presentazione dell’ultimo device: il BaglionOne, è un Terminator con le sembianze di Baglioni. Il direttore artistico si trova molto a suo agio in questi panni, e la gag è ben riuscita. Il robot impersonificato da Baglioni ad un certo punto si inceppa e inizia a cantare Porta portese in loop.

Arriva James Taylor, canta ‘La donna è mobile’, omaggiando la musica italiana, come chiesto da Baglioni. Non brilla ma fa certamente la sua bella figura. Esegue poi ‘Fire & Rain’, ma il momento più intenso, più emozionante è quello con Giorgia, su ‘You’ve got a friend’.

Dopo Emma D’Aquino, che ripete la formula di Franca Leosini, interropendo Baglioni durante una sua esibizione di ‘Sabato Pomeriggio’, altro momento magico è quello con Danilo Rea e Gino Paoli che omaggiano Fabrizio De André con ‘La canzone dell’amore perduto’ e Umberto Bindi con ‘Il nostro concerto’. Paoli, racconta della volta che ha ‘scoperto’ Baglioni, quando esordì con Signora Lia, e gli concede di cantare con lui ‘Una lunga storia d’amore’.

A fine serata Baglioni, saluta in prima fila Memo Remigi, che intona un suo celeberrimo brano. Finge un malore, e arriva in suo soccorso, Nino Frassica, nei panni del Maresciallo Cecchini di Don Matteo. “Memo è morto e serve un’indagine del Maresciallo” che coinvolge i tre protagonisti dell’Ariston.

Tocca infine a Claudio Santamaria e a Claudia Pandolfi promuovere la seconda stagione di E’ arrivata la felicità e cantare ‘Sarà per te’ di Francesco Nuti.

Baglioni, Favino e la Hunzicker svelano la classifica provvisoria dei 10 Campioni in gara che si sono esibiti questa sera. Si scopre che, nella ZONA ALTA, ci sono Max Gazzè; Lo Stato Sociale; Meta e Moro. MEDIA: The Kolors; Luca Barbarossa; Avitabile e Servillo. ZONA BASSA: Roby Facchinetti e Riccardo Fogli; Mario Biondi; Giovanni Caccamo e Noemi.