Vincono la 68esima edizione del Festival di Sanremo, Ermal Meta e Francesco Moro

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Feb 2018 alle ore 1:47am


Ad aprire l’ultima serata del Festival di Sanremo 2018 è Claudio Baglioni, direttore artistico e conduttore del festival, che ringrazia tutti per il successo di questa straordinaria edizione 68.

Chiama sul palco, Ultimo, al secolo Niccolò Moriconi, vincitore della categoria ‘Giovani’ con il brano ‘Il ballo delle incertezze’.

Vengono introdotti da Michelle Hunzicker e Pierfrancesco Favino, tre big in gara: Luca Barbarossa ‘Passame er sale’, Red Canzian ‘Ognuno ha il suo racconto’, The Kolors ‘Frida Mai, Mai, Mai’.

Arriva la super ospite Laura Pausini e Fiorello chiama lei e Claudio. .

L’artista romagnola porta sul palco dell’Ariston, in anteprima mondiale, l’inedito ‘Non è detto’ e con il padrone di casa canta una bellissima ‘Avrai’. Momento molto alto per la musica italiana e per il festival.

Baglioni chiede a Laura di cantare un altro brano suo e lei canta ‘Come se non fosse stato mai amore’. Scende in platea tra il pubblico e poi esce fuori dall’Ariston, nonostante la recente laringite.

Si esibiscono altri due big, Elio e le storie tese con ‘Arrivedorci’, Ron con ‘Almeno pensami’, e arriva Antonella Clerici che presenta Sanremo Young, che partirà venerdì prossimo, 16 febbraio su Rai Uno, insieme ai suoi ragazzi.

E’ la volta di altri big in gara: Max Gazzè con ‘La Leggenda di Cristalda e Pizzomundo’, Annalisa con ‘Il mondo prima di te’, Renzo Rubino e la sua ‘Custodire’, Decibel con ‘Lettera al duca’, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico con ‘Imparare ad amarsi’, Giovanni Caccamo con ‘Eterno’, Lo Stato Sociale con ‘Una vita in vacanza’.

Michelle ringrazia i suoi compagni di viaggio e manda un filmato delle prove di loro tre.

Arrivano Riccardo Fogli e Roby Facchinetti, brano in gara ‘Il segreto del tempo’, Diodato e Roy Paci ‘Adesso’.

Entra un’altra super ospite, Fiorella Mannoia che con Baglioni canta ‘Mio fratello che guardi il mondo’ introdotta da un intenso monologo di Kolteès “La notte prima delle foreste’ recitato da Pierfrancesco Favino. La commozione è tanta anche per loro tre.

Si torna alla gara per decretare il vincitore del festival. Si esibiscono nell’ordine Nina Zilli (Senza appartenere), Noemi (Non smettere mai di cercarmi), Ermal Meta – Fabrizio Moro (Non mi avete fatto niente), Mario Biondi (Rivederti), le Vibrazioni (Portami a casa) e Enzo Avitabile con Peppe Servillo (Il coraggio di ogni giorno).

Claudio Baglioni inizia a cantare Strada Feacendo, quando viene raggiunto sul palco dal trio Renga- Nek- Pezzali, il quale chiede al direttore artistico di unirsi al gruppo durante il tour.

Edoardo Leo, Pierfrancesco Favino e Claudio Baglioni, insieme ad I Discreti omaggiano Louis Armstrong.

Michelle Hunziker, Pierfrancesco Favino, Claudio Baglioni e Sabrina Impacciatore, ‘Una canzone intelligente’, per il tributo ad Enzo Iannacci, con un Baglioni che fa’ un acuto pazzesco.

Premio della critica ‘Mia Martina’ Sala Stampa Roof, va a Ron con ‘Almeno Pensami’, mentre il premio Sergio Endrigo, istituito solo quest’anno, per la migliore interpretazione va’ ad Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico (Imparare ad amarsi).
Premio Sala Stampa Lucio Dalla a Lo Stato Sociale con ‘Una vita in vacanza’.

Vincitori del Festival di Sanremo 2018, sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con il bellissimo e intensissimo brano ‘Non mi avete fatto niente’. Secondo classificato Lo Stato Sociale e terza, Annalisa.

Baglioni si è messo in gioco con tutto se stesso. Ha portato in scena un festival di altissima qualità. Dai testi, al regolamento, senza dimenticare la scenografia, la scelta dei conduttori, ospiti e performance eccezionali.
Lo stesso hanno fatto i suoi compagni di viaggio in queste 5 bellissime serate. Un festival come non si era visto prima. Leggero, impegnato, intelligente, ironico e chi più ne ha più ne metta.

L’auspicio è che se vorrà, per il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni, possa esserci un Sanremo bis, come per gli altri due conduttori, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunzicker.