Il 17 febbraio si celebra la Giornata Nazionale del gatto. Febbraio è il mese dell’Acquario, dominato da Urano, protettore degli spiriti liberi che, come i gatti, non amano sentirsi oppressi da regole troppo rigide. Il giorno 17 richiama ad atmosfere arcane e superstiziose a cui il gatto è legato da tanti secoli. Ecco allora come è nata, anche nel nostro Paese, tale festa.

Ma non solo. C’è chi sostiene anche che i numeri romani il 17 che si scrive XVII, anagrammato diventa “VIXI”, cioè “vissi”, “sono vissuto e sono morto”, vale a dire il motto di coloro che hanno il beneficio di vivere sette vite e poter dire di essere morti più volte. Secondo alcuni la scelta del giorno 17 sarebbe invece da interpretare così: 1 volta morirò e 7 vivrò.

Ecco allora, che per tale ricorrenza tra Milano e Roma i gattofili possono partecipare ad un festival. A partire dal 17 febbraio, infatti, ci sarà una manifestazione dedicata agli amanti dei gatti, in corso fino al prossimo 31 marzo, chiamata la Città dei Gatti.

Mostre, eventi, rassegne cinematografiche e incontri con gli esperti in diversi luoghi delle due città saranno dedicate al mondo felino, al suo mito e al suo rapporto con l’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.