Anche solo 5 giorni con poco sonno possono fare danni al cervello

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Feb 2018 alle ore 7:35am

Bastano solo 5 giorni di poco sonno per lasciare “segni indelebili” danni strutturali nel cervello dei topi, a carico delle fibre nervose. E’ quanto è emerso da uno studio condotto da Chiara Cirelli della University of Wisconsin-Madison e Michele Bellesi dell’Università Politecnica delle Marche (Ancona).

Studio che rivela che la guaina protettiva che isola i nervi, la mielina, si assottiglia in soli 5 giorni di carenza di sonno. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Sleep.

Il ricercatore Michele Bellesi intervistato dall’ANSA, aggiunge “abbiamo tenuto svegli i topi per 4 giorni e mezzo, quindi la riduzione di sonno è stata circa del 70% (cioè i topi dormivano solo un terzo del normale). Se volessimo traslare questa limitazione del sonno a un uomo che dorma in media 7 ore a notte – precisa l’esperto – significherebbe farlo dormire circa due ore per notte per 4 giorni e mezzo”.

Con questa limitazione dunque gli effetti sugli animali sono stati notevoli e immediati: subito dopo la perdita di sonno si è osservata anche una riduzione dello spessore della mielina, struttura fondamentale per la salute del cervello.

Stesso danno che potrebbe verificarsi anche nell’uomo con una deprivazione di sonno meno intensa ma più duratura nel tempo, osservano gli specialisti, ma è ancora da testare utilizzando la tomografia ad emissione di positroni (PET) con traccianti radioattivi.