‘Il giardino dei ciliegi.Trent’anni di felicità in comodato d’uso’, di Kepler-452 in collaborazione con Lo Stato Sociale da sabato 17 marzo all’Arena del Sole di Bologna

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Mar 2018 alle ore 10:09am

Debutta oggi, sabato 17 marzo in prima assoluta, all’Arena del Sole, Sala Thierry Salmon – Via Indipendenza 44, Bologna, ‘Il giardino dei ciliegi. Trent’anni di felicità in comodato d’uso’ della compagnia bolognese Kepler-452 in collaborazione con Lo Stato Sociale.

Uno spettacolo che nasce dall’incontro tra i componenti della compagnia teatrale Kepler-452 (Nicola Borghesi, Paola Aiello ed Enrico Baraldi), Lo Stato Sociale (Lodovico Guenzi e Alberto Guidetti) e due personaggi “immaginari” realmente esistenti, Giuliano e Annalisa Bianchi, ossia Ljuba e Gaev.

Una rappresentazione teatrale che è un libero adattamento del dramma di Checov in chiave contemporanea che come svela già il sottotitolo: “trent’anni di felicità in comodato d’uso”. La felicità bruscamente interrotta di cui si parla – sullo sfondo di una Russia di fine Ottocento – è quella di una coppia di attori non professionisti, Annalisa e Giuliano Bianchi, sfrattati dal loro personalissimo giardino dei ciliegi di via Fantoni, dall’arrivo al Pilastro di Fico, il più grande parco agroalimentare del mondo.

Il giardino dei ciliegi. Trent’anni di felicità in comodato d’uso è una storia magica e allo stesso tempo reale, che nasce dall’incontro tra una realtà come quella di Kepler- 452, che si dedica da anni a cercare di portare gli under 30 in teatro e i non professionisti sul palco e una band che anche se è appena arrivata seconda a Festival di Sanremo, è decisa a rimanere libera. Lo Stato Sociale, infatti, dopo aver scritto un libro “Il movimento è fermo” e portato in scena “La rivoluzione è facile se sai come farla” torna ad avventurarsi nel mondo extra musicale confermando la sua trasversalità.