Nato l’Atlante genetico dei tumori, serve ad individuare terapie più precise

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Apr 2018 alle ore 6:04am


Dopo aver analizzato i dati genomici e molecolari che caratterizzano 33 tipi di cancro, studiati su oltre 10mila pazienti, è stato messo a punto il primo Atlante del cancro e delle mutazioni genetiche che possono caratterizzarlo. Ad annunciarlo sono stati coloro che hanno partecipato alla Pan-Cancer Initiative, una grande collaborazione medica scientifica, partita nel 2012 con lo scopo di studiare i tumori da una nuova angolazione, anche molecolare.

Il Pan-Cancer Atlas è una mappa più completa, nonché il risultato di uno sforzo americano congiunto tra il National Cancer Institute (NCI) e il The National Human Genome Research Institute (NHGRI). I cui risultati sono stati raccolti in 27 articoli scientifici diversi, pubblicati su numerose riviste, come Cell, Cancer Cell, Cell Reports e Immunity. Le cui implicazioni sono importantissime e promettono di rivoluzionare l’approccio terapeutico al cancro. La prima importante conclusione è stata raggiunta dai ricercatori è prevede che i tumori che originano da diversi organi possono condividere aspetti comuni a livello molecolare, mentre i tumori che nascono nello stesso tessuto o organo possono avere profili genomici diversi.