aprile 13th, 2018

Noemi: da oggi in radio il nuovo singolo “Porcellana” anche nella versione Shablo Remix. Da fine maggio live con “La luna tour”

Pubblicato il 13 Apr 2018 alle 12:12pm

Da oggi venerdì 13 aprile, è in radio “PORCELLANA”, il nuovo singolo di NOEMI estratto dall’album d’inediti “LA LUNA” (Sony Music). (altro…)

Alcol, 8,6 mln italiani a rischio e 800 mila sono minori

Pubblicato il 13 Apr 2018 alle 7:33am

Non solo vino e birra, ma anche aperitivi, amari e superalcolici. In Italia sono 8,6 milioni i consumatori a rischio e tra questi ci sono anche 800 mila minorenni e 2,7 milioni di over 65. E’ il quadro che emerge dalla ‘Relazione del ministro della Salute sugli interventi realizzati in materia di alcol e problemi correlati’, trasmessa al Parlamento.

Degli 8,6 milioni di consumatori a rischio per patologie e problematiche correlate all’alcol, 6 milioni sono uomini. Ma a preoccupare sono “giovani anziani” tra i 65-75 anni e minori, tra i 16-17 anni, che di bevande alcoliche non dovrebbero proprio saperne. Tra i giovani e giovanissimi, in particolare, continua a crescere il binge drinking, o l’assunzione di molto alcol fuori dei pasti e in un breve tempo “rappresenta l’abitudine più diffusa e consolidata”: solo nel 2015 si pensi che tale fenomeno ha riguardato il 15,6% dei giovani tra i 18 e i 24 anni di età, nel 2016 il 17%.

Chiara Ferragni testimonial della nuova collezione 2018 Pomellato

Pubblicato il 13 Apr 2018 alle 7:03am

E’ nata una nuova prestigiosa collaborazione tra Chiara Ferragni e il marchio di gioielli Pomellato. Il brand di gioielleria ha infatti voluto come testimonial del sua nuova collezione 2018, la neomamma Ferragni. Che ha appena dato alla luce, poche settimane fa, il suo primogenito, dal compagno Fedez.

“Sono davvero orgogliosa di far parte di questa campagna che rappresenta tutto ciò che una donna può essere – forte, capace e fieramente indipendente. Lo stile non convenzionale di Pomellato insieme alla potente prospettiva delle immagini di Peter Lindbergh creano la chimica perfetta.” Ha dichiarato la fashion blogger, che è stata immortalata da Peter Lindbergh negli scatti che compongono l’adv per il lancio della nuova collezione Pomellato. Negli scatti in bianco e nero, Chiara Ferragni indossa i gioielli della collezione tra cui la celebre linea Nudo di anelli con pietre colorate.

Ron, dal 13 aprile in rotazione radiofonica “Tu non mi basti mai”, il nuovo singolo estratto da “Lucio!”

Pubblicato il 13 Apr 2018 alle 6:53am

Da venerdì 13 aprile arriva in rotazione radiofonica “Tu non mi basti mai”, il nuovo singolo estratto da “Lucio!” (Sony Music), il progetto discografico di RON dedicato all’amico Lucio Dalla per farne rivivere la poetica e l’anima musicale!

Disponibile nei negozi tradizionali in formato CD, vinile e in digitale, “LUCIO!” è una raccolta composta da 12 brani, tra cui l’inedito sanremese “Almeno Pensami”, registrati in presa diretta da Ron (voce e chitarra acustica) insieme a tre grandi musicisti: Elio Rivagli alla batteria, Roberto Gallinelli al basso e Giuseppe Barbera al pianoforte.

Nell’album si trovano alcuni dei più grandi successi di Dalla, tre dei quali scritti insieme a Ron che per l’occasione li ha riarrangiati e reinterpretati con il proprio stile e i duetti “Piazza Grande” e “Chissà se lo sai” e una speciale versione di “Come è profondo il mare”, visione molto libera di Ron che ha costruito intorno alla voce originale di Lucio un nuovo arrangiamento musicale. Il disco è, inoltre, dedicato alla memoria di Michele Mondella, grande personaggio del mondo musicale e storico amico e collaboratore di Lucio e Ron.

Questa la tracklist di “Lucio!”: “Almeno pensami”, “4/3/1943”, “Tu non mi basti mai”, “Piazza grande” (in duetto con Lucio Dalla), “Henna”, “Attenti al lupo”, “Quale allegria”, “Chissà se lo sai” (in duetto con Lucio Dalla), “Futura”, “Canzone”, “Cara” e “Come è profondo il mare”.

Oltre all’album “Lucio!”, è disponibile anche in edizione limitata per Amazon il 45 giri “Almeno Pensami”/“Chissà se lo sai”, autografato da Ron.

I benefici del sesso, parola di esperti

Pubblicato il 13 Apr 2018 alle 6:18am

Il quotidiano Mirror ha recentemente riportato una lista dei peggiori effetti collaterali che possono subentrare in coloro che non fanno abbastanza sesso. L’articolo si basa su un grafico elaborato dal sito web HackSpirit.

Rischi più malattie cardiache Quante volte a settimana fai sesso? Se sei tra quelle persone che lo fanno solo ogni tanto potresti avere seri problemi dal punto di vista cardiovascolare. Infatti, fare sesso almeno due volte a settimana dimezza le possibilità di avere aterosclerosi, rispetto a chi fa l’amore invece una volta al mese. Altre ricerche indicano che gli uomini che fanno più sesso hanno una migliore circolazione sanguigna e una riduzione del rischio di avere un tumore alla prostata.

Troppo stressato Fare poco sesso aumenta notevolmente i livelli di stress. Farne tanto, al contrario, aiuta a ridurlo. Inoltre, secondo uno studio pubblicato su Biological Psychology, il sesso tradizionale – a due – sarebbe meglio della masturbazione. Il motivo per cui si riduce lo stress è molto semplice: l’orgasmo aumenta le endorfine e l’ossitocina, quest’ultima in grado di compensare gli effetti del cortisolo.

Rischio di demenza Ancora un altro studio, condotto dalle università di Oxford e Coventry, ha evidenziato che fare sesso in maniera regolare migliora le abilità cognitive: i vocaboli sono più fluidi e anche la percezione degli oggetti diviene migliore.

Ti ammali di più Fare poco sesso abbassa le difese immunitarie. La scienza, infatti, dice che fare sesso più spesso permette una miglior produzione di immunoglobulina A, un anticorpo che aiuta anche a combattere meglio l’influenza. Ma per avere un minimo di benefici bisogna fare sesso almeno due volte a settimana, secondo quanto dice la Wilkes University (Pennsylvania).

Erezione più complicata Infine, assicurano gli esperti, alcuni uomini potrebbero avere problemi di erezione proprio per il poco sesso. Le donne invece, ad una minore lubrificazione e, quindi, un maggior rischio di dolore durante i rapporti sessuali.