aprile 24th, 2018

Donna muore di aneurisma addominale ma per i medici era una semplice lombosciatalgia

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 11:39am

Daniela Sabbatini, 49 anni, avrebbe potuto salvarsi ed invece potrebbe essere morta a causa di un errore medico. Una diagnosi sbagliata. Stando a quanto riportato dai media, la donna si è recata al pronto soccorso per un forte mal di schiena e ne è uscita morta dopo soli due giorni. A raccontare la drammatica vicenda al Corriere della Sera è la sorella Annamaria. (altro…)

Ospedale Bambin Gesù di Roma, mini-cuore artificiale salva la vita a bimba di 3 anni

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 9:19am

I medici dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma hanno salvato la vita a una bimba di tre anni. Eseguendo uno straordinario trapianto, un mini-cuoricino artificiale. L’istituto per poter procedere con il delicato intervento chirurgico, ha dovuto chiedere un’autorizzazione straordinaria per l’utilizzo di un dispositivo miniaturizzato di assistenza ventricolare, prossimo alla sperimentazione anche negli Usa. (altro…)

Hiv, 6 milioni di italiani (soprattutto uomini) che non sanno di avere il virus

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 8:20am

Sarebbero 6 milioni gli italiani affetti dal virus dell’Hiv che, seppure in fase avanzata, non è stato ancora diagnosticato.

A rivelarlo uno studio condotto dall’Istituto superiore di sanità a prima firma Vincenza Regine, pubblicato su ‘Eurosurveillance’.

“Si tratta di uno studio che ha messo in luce le caratteristiche e il numero di queste persone. E’ importante, perché si quantifica il dato dei pazienti che sono andati avanti a lungo senza una diagnosi”, spiega all’Adnkronos Salute Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità.

Il lavoro ha applicato un modello del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sui dati della sorveglianza Hiv tra il 2012 e il 2014, scoprendo su questo gruppo con Hiv in fase avanzata, di maschi (82,8%), che hanno contratto il virus per via sessuale, attraverso rapporti eterosessuali (33,4%), e attraverso rapporti omosessuali per il 35%.

Prevalenza dei non diagnosticati Hiv in fase avanzata (numero di linfociti CD4 inferiore a 350 cell/μL) 11,3 casi per 100.000 abitanti con forti variabilità regionali (con i quali si passa da 0,7 casi per 100.000 abitanti in Calabria a 20,8 in Liguria).

“La diagnosi tardiva dell’infezione ha conseguenze negative sia per il singolo che a livello di popolazione” – sottolineano i ricercatori.

Sì, perché ogni uomo o donna affetta dal virus dell’Aids, mette a rischio la sua vita e quella della comunità.

Biscotti e merendine in 10 anni sempre più sane

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 8:03am

Negli ultimi dieci anni, spiega l’Aidepi, l’associazione di Confindustria che mette insieme le Industrie della Pasta e del Dolce Italiane, le merendine e i biscotti preferite da grandi e piccoli sono diventate più genuine. L’impegno è iniziato oltre 10 anni fa grazie ad “Accordi sulla riformulazione dei prodotti alimentari alla Decade di azione ONU 2016 – 2025”.

Nel dettaglio negli ultimi 10 anni il sodio contenuto nei cereali da prima colazione è stato ridotto del 61%, gli zuccheri sono stati ridotti del 29% e gli acidi grassi trans sono stati completamente eliminati. Infine la presenza di fibre è più che raddoppiata arrivando al +145%. Ma anche nei biscotti i grassi saturi sono stati praticamente dimezzati (-55%), gli zuccheri sono stati ridotti del -29% e gli acidi grassi trans sono stati completamente eliminati mentre la presenza di fibre è cresciuta del 65%. Per i cracker si è assistito dunque ad una riduzione del sodio del 35%.

Sul fronte delle merendine è stato ridotto inoltre il consumo di zucchero del -29%, i grassi saturi sono scesi del 20% e il contenuto calorico del 21,5%. Per i gelati infine le porzioni sono scese del 22%, i grassi saturi sono scesi di oltre un terzo e gli zuccheri si sono ridotti del 34%. “Siamo consapevoli che l’attività di un’impresa deve essere sempre più collegata al benessere di tutte le persone – ha affermato Paolo Barilla, presidente di AIDEPI – aiutandole a vivere meglio e portando ogni giorno nella loro vita la gioia del mangiare bene e sano. Questa consapevolezza ci ha portato – come industria italiana del dolce – a investire oltre 100 milioni di euro nel percorso decennale di miglioramento della qualità nutrizionale dei nostri prodotti”.

La foto che ha vinto il World Press Photo

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 7:47am

Il fotografo venezuelano Ronaldo Schemidt, che lavora per l’agenzia Agence France-Presse (AFP), ha vinto il World Press Photo of the Year, il più importante premio del più importante concorso di fotogiornalismo al mondo, organizzato dall’omonima fondazione olandese dal 1955. La foto per cui è stato premiato mostra un ragazzo di 28 anni che indossa una maglietta che sta bruciando. (altro…)

Premio canadese per oncologa italiana, Marilina Piccirillo

Pubblicato il 24 Apr 2018 alle 6:55am

Marilina Piccirillo, giovane ricercatrice napoletana dell’Irccs del Pascale di Napoli, verrà premiata il 27 aprile prossimo a Toronto con il premio 2018 del Cancer Trials Group Canadese: insieme con il team della Unità Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Pascale, diretta da Francesco Perrone. (altro…)