Brescia: ‘Alzheimer in Lab’ presso Korian Italia dall’11 Maggio al 9 Giugno, ingresso libero

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Mag 2018 alle ore 8:42am

Si chiama “Alzheimer in lab – Un viaggio dentro la malattia invisibile” ed è un viaggio interattivo che si svilupperà attraverso diversi spazi, ideati e allestiti per consentire ai visitatori di sperimentare tutte le alterazioni sensoriali indotte dalla malattia di Alzheimer.

Tale esposizione sarà aperta al pubblico presso Korian Residenza Vittoria – Brescia, Via Calatafimi, dall’11 maggio al 9 giugno
Orari: venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 18, ingresso libero.

E quindi, sarà possibile avere allucinazioni visive, suoni destrutturanti, arredi “normali”, ma non idonei all’adeguata percezione dei malati, effetti correttivi degli arredi terapeutici.

“Questo laboratorio itinerante, unico nel suo genere, è un’iniziativa che mira a riaccendere i riflettori sull’importanza della ricerca e della prevenzione della malattia ed è destinata ad avere un forte impatto nell’informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica”, ha dichiarato Mariuccia Rossini, amministratore delegato e presidente di Korian Italia.

Durante il percorso i visitatori verranno coinvolti da esperienze emozionali, sensoriali e didattico-educative di forte impatto, che li porteranno a riflettere sulla realtà percepita dalle persona affette dall’Alzheimer. Nella stanza proiezione, il visitatore verrà accolto da una voce narrante che racconterà, attraverso una lettera a una persona cara, la preoccupazione di un malato al quale è appena stata diagnosticato la malattia.

A seguire in una stanza dei suoni, in un ambiente completamente al buio, verranno diffuse voci che esprimeranno lo stato confusionale e il disorientamento del malato ponendo particolare risalto ad esempio, su domande quali: “dove sono”, “chi sei”, “chi è allo specchio”.

Infine, un’area dedicata all’approfondimento dei temi trattati, che coinvolgerà i visitatori in modo immersivo grazie al cortometraggio del regista Marco Calvise dal titolo “Non temere”.

Il laboratorio si svilupperà dunque tra alcune stanze, una camera da letto, una living room e un bagno, tutte caratterizzate da accorgimenti tecnici e terapeutici espressamente ideati per rendere ogni ambiente più simile e accogliente a quelli che servono per un malato di Alzheimer .

Nella sezione della mostra, dedicata all’esposizione di complementi di arredo e oggetti di interesse per il malato con le apposite didascalie, il visitatore verrà accompagnato da un’audioguida, che lo guiderà attraverso la comprensione profonda delle motivazioni terapeutiche che hanno detto sì alla scelta di determinati mobili e arredi.

Il progetto “Alzheimer in Lab” si inserisce nella più ampia strategia di Korian Italia per promuovere la corretta informazione e sensibilizzazione sulla malattia. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dedicato alla campagna “Spezza l’indifferenza”.