Un bambino di 6 anni colpito da ictus è stato salvato dall’equipe medica della Città della Salute di Torino grazie all’inserimento di uno stent in una arteria cerebrale.

L’intervento miniinvasivo è stato effettuato, inserendo una piccola protesi metallica, simile a quella utilizzata nelle coronarie, partendo dalla zona inguinale, attraverso i vasi sanguigni, per garantire una normale irrorazione del cervello.

L’intervento è riuscito e le condizioni del piccolo paziente sono in via di miglioramento.

L’intervento è stato effettuato da una equipe mista multispecialistica Molinette-Regina Margherita, composta dal professor Mauro Bergui, direttore della Neuroradiologia universitaria dell’ospedale Molinette, e dalla dottoressa Gabriella Agnoletti, direttore della Cardiologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita.

L’ictus nei bambini è una malattia molto rara. Nella maggior parte dei casi le cause, spesso ignote, sono probabilmente di natura infiammatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.