maggio 31st, 2018

Nasce il governo M5s – Lega, Conte premier. Ecco la squadra dei ministri, Fdi “Non abbiamo chiesto poltrone”

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 10:40pm

Svolta decisiva nelle consultazioni per cercare di formare un governo dopo l’incontro avvenuto questo pomeriggio tra Di Maio e Salvini, raggiunti poi anche dal prof. Giuseppe Conte.

Alle 19 l’arrivo di una dichiarazione congiunta dei leader di 5Stelle e Lega che annuncianoa: “Ci sono le condizioni per un governo politico”

Alle 19.30 il premier Carlo Cottarelli è salito al Colle per rimettere il suo mandato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“La formazione di un governo politico è di gran lunga la migliore soluzione per il paese, limita l’incertezza che deriverebbe da nuove elezioni. Esprimo i miei auguri di cuore di buon lavoro al governo che spero possa essere formato al più presto. Grazie e scusate se sono stato troppo silenzioso in questi giorni”.

Queste le sue parole ai giornalisti, dopo l’annuncio di aver rinunciato all’incarico di formare il governo, alla luce degli sviluppi per la nascita dell’esecutivo giallo-verde.

Il Prof. Giuseppe Conte, visibilmente emozionato, dopo le 21.00 di questa sera al Quirinale, in diretta anche dal suo profilo Fb, ha annunciato la lista dei 17 ministri:

Presidente del Consiglio – Giuseppe Conte Vice Presidente del Consiglio e Ministro dello Sviluppo Economico, Lavoro e Welfaree Welfare – Luigi Di Maio Vice Presidente del Consiglio e Ministro dell’Interno – Matteo Salvini

Rapporti con il Parlamento e Democrazia Diretta – Riccardo Fraccaro (M5S) Ministro della Difesa – Elisabetta Trenta (M5S) Ministro dell’Economia e Finanze – Giovanni Tria (Lega) Ministro delle Politiche Agricole – Gianmarco Centinaio (Lega) Ministro Infrastrutture e trasporti – Danilo Toninelli (M5S) Ministro dell’Istruzione, ricerca – Marco Bussetti (Lega) Ministro dei Beni Culturali e Turismo – Alberto Bonisoli (M5S) Ministro della Salute – Giulia Grillo (M5s) Ministro delle Politiche Comunitarie – Paolo Savona Ministro della Pubblica Amministrazione – senatrice Avv. Giulia Bongiorno (Lega) Ministro Affari Regionali e Autonomie – Erika Stefani (Lega) Ministro del Sud – Senatrice Barbara Lezzi (M5S) Ministro Disabilità – Lorenzo Fontana (Lega) Ministro Affari Esteri – Enzo Moavero Milanesi Ministro della Giustizia – Alfonso Bonafede (M5S) Ministro dell’Ambiente – Marco Costa (M5S) Sottosegretario Presidente del Consiglio – Giancarlo Giorgetti (Lega)

Il Governo di Giuseppe Conte è composto dunque da 8 Ministri del Movimento 5Stelle; 7 Ministri della Lega + Giancarlo Giorgetti; 2 Tecnici: Enzo Moavero Milanesi (Esteri), Giovanni Tria (Economia) giurerà domani al Quirinale alle ore 16.00.

“Lavoreremo intensamente per realizzare gli obbiettivi politici anticipati nel contratto, lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità di vita di tutti gli italiani”. Così il Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, ha dichiarato e premesso al Quirinale dopo aver letto la lista dei ministri della sua squadra di governo.

Giorgia Meloni, leader di Fdi, che ha avuto un ruolo chiave in questa formazione di governo, come lei stessa ha precisato in un video postato sulla sua pagina Facebook da parte sua ha voluto precisare: “Ho sentito dire molte cose in queste ore ma ci tengo a precisare che Fdi non ha mai chiesto poltrone o di entrare nella squadra di governo. Per patriottismo abbiamo detto che davamo una mano perché l’Italia è sotto attacco e non ci possiamo permettere di votare a luglio. Ma non abbiamo mai chiesto posti di governo”. La Meloni e il suo partito sosterranno il governo dall’esterno.

Arredare una casa piccola si può: i 6 errori da non commettere

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 11:25am

Se volete arredare una casa molto piccola ci sono degli errori da non commettere.

Ad esempio gli interni di taglia XS vanno ben calibrati, riducendo al minimo l’arredamento ed evitando la sovrapposizione di stili differenti così come quella di troppi accessori.

Scelta colori scuri Un escamotage molto semplice ed efficace è quello di dare ampio respiro all’interior design anche quando lo spazio non abbonda è quello di scegliere tinte chiare per pareti, pavimentazioni e rivestimenti in generale. Questo per dare più luce e spazio agli interni.

Pareti nude Usate specchi sulle pareti. Posizionatene almeno uno, riesce a dilatare lo spazio.

Fate attenzione alle zone d’ombra Anche l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale nell’arredamento di spazi piccoli. Una stanza dalle dimensioni ridotte con scarsa luce risulterà ben differente da una camera che ha la stessa metratura quadrata ma una sapiente distribuzione di punti luce. La luce naturale è di vitale importanza per rendere un ambiente più arioso tuttavia anche i punti luce artificiali possono fare una netta differenza. Anziché limitarvi a un’unica lampada che scende dal soffitto, optate per molteplici fonti luminose. Abat-jour, faretti, per creare luci da poter orientare all’occorrenza.

Non rinunciate alle piante Adornate i vostri spazi dentro e fuori casa con delle piante. Daranno ossigeno e luminosità, tranquillità e raffinatezza.

Stratificare oggetti Puntate su di un arredamento ridotto al minimal. Preferite uno stile minimal, ne beneficerà anche la vostra psiche.

Il Premio Montalcini alla ricercatrice Veronica De Rosa, studiosa dei meccanismi della sclerosi multipla

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 10:32am

Si chiama Veronica De Rosa, è una ricercatrice italiana e ha approfondito i meccanismi immunologici alla base dello sviluppo della sclerosi multipla. Ha ricevuto il Premio Rita Levi Montalcini 2018 assegnato oggi dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Asim) e dalla Fondazione (Fism). Il suo studio, pubblicato nel 2015 su Nature Immunology dimostra che, alla base della malattia, vi è un malfunzionamento del sistema immunitario. “Comprendere un meccanismo che non funziona a livello molecolare è la chiave per poterlo correggere. Ci stiamo avvicinando alla possibilità di riuscirci”, commenta.

Autrice di 48 articoli scientifici, Veronica è a capo di un gruppo di ricerca e lavora presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Napoli. La carica innovativa della sua ricerca sta nell’aver compreso che le persone con sclerosi multipla, quando attivano una reazione immunitaria contro un agente infettivo proveniente dall’esterno, non generano correttamente le cellule T regolatorie incaricate di spegnere quella reazione. Questo studio sta ora aprendo una nuova possibilità di indagine terapeutica.

Veronica De Rosa, spiega il presidente Fism Alberto Battaglia, “è una dei 409 ricercatori che abbiamo finanziato e il 76% dei quali continua anche a distanza di anni a fare ricerca sulla sclerosi multipla”.

Apnee notturne, rischi per chi guida e per gli altri

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 8:01am

Sono circa dodici milioni gli italiani che soffrono di apnee notturne ma l’80% non lo sa o non se ne rende conto del rischio che corre alla guida per sé e la comunità.

Sì perché, questo disturbo provoca almeno 12.300 incidenti stradali e 250 morti l’anno.

E’ una patologia, che se sottovalutata può provocare sonno frammentato e stanchezza nel corso delle giornate. Esserne consapevoli è di vitale importanza perché può salvare la vita a se stessi e agli altri.

Nasce proprio per questo, infatti, la campagna di sensibilizzazione “Dormi meglio, guida sveglio” che ha come fine quello di far emergere la consapevolezza dei rischi della Sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS). Promossa dall’Automobile Club d’Italia (ACI) e della Fondazione Italiana Salute Ambiente e Respiro (Fisar), è stata presentata in questi giorni a Roma.

Le apnee notturne causano brevissime e frequenti interruzioni della respirazione durante il sonno. Sono, come evidenzia Claudio Sanguinetti, presidente Fisar, “uno dei maggiori fattori di rischio per malattie cardio e cerebrovascolari, quadruplicano la probabilità di ictus e raddoppiano quella di ipertensione, diabete, aritmie”. Molto spesso chi ne è soggetto non se ne rende conto o sottovaluta il problema. L’iniziativa mira a migliorare la diagnosi e la cura dei moltissimi casi, ancora sommersi.

Obiettivo del progetto è far sì che il rilascio-rinnovo della patente, che riguarda ogni anno 5 milioni di italiani, diventi un’occasione per un “check-up del sonno”, come prevede anche un decreto ministeriale in vigore dal 2016. Il progetto si articolerà su tutto il territorio nazionale tramite le oltre 1.500 delegazioni ACI, dove i cittadini saranno invitati a compilare un questionario per valutare il rischio di OSAS e, in caso positivo, prenotare un esame diagnostico. Ciò consentirà di accelerare i tempi per ottenere la patente, garantendo idoneità alla guida ma anche efficaci terapie.

Kate Middleton ad un evento mondano veste Zara

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 7:26am

La duchessa di Cambridge continua a stupire per la sua classe, semplicità ed eleganza.

Si è presentata al Houghton Horse Trials, l’evento più prestigioso nel Norfolk, con un modesto abitino: pagato solo 39,9 sterline acquistato dal marchio Zara.

Nonostante l’abito non fosse firmato, Kate è apparsa come sempre impeccabile e raffinata. Infatti il vestito in cotone con stampa floreale, è andato subito a ruba in tutti i negozi di abbigliamento della catena del marchio Zara.

Mamma Kate si è goduta la giornata campestre all’aria aperta insieme ai figlioletti George e Charlotte.

Mostra Modigliani Art Experience, al Mudec di Milano dal 20 Giugno al 4 Novembre 2018

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 7:00am

Arriva al Mudec di Milano il prossimo 20 Giugno 2018 un affascinante racconto, ricostruito attraverso immagini, musiche, evocazioni e suggestioni, che ricompone davanti agli occhi del visitatore l’universo di Amedeo Modigliani pittore e scultore, e che permette di proiettarsi nel contesto parigino di cui l’artista fu assoluto protagonista. La mostra prodotta da 24 ORE Cultura è promossa dal Comune di Milano-Cultura, con il supporto scientifico dei conservatori del MUDEC e del Museo del Novecento di Milano. Ideata da Crossmedia Group e curata da Francesco Poli, si propone come un vero e proprio excursus multisensoriale offrendo al visitatore la scoperta della sua cifra artistica e l’influenza che il primitivismo in particolare la scultura africana, egizia e cicladica, ebbero sul suo lavoro; una vita da bohémien nella sua esistenza da esule livornese nella Montmartre e nella Montparnasse dei primi del Novecento.

A impreziosire la visione multimediale dandole volume a 360°, e rendendo l’esperienza veramente totalizzante, il progetto allestito al MUDEC prevede una sala introduttiva, una “sala scrigno”, che ospita alcuni capolavori di arte primitiva africana del XX secolo provenienti dalla collezione permanente del MUDEC e tre ritratti di Modì provenienti dal Museo del Novecento di Milano, che permettono al visitatore di avere sott’occhio in un unico ambiente quei modelli artistici di arte primitiva che il genio livornese ebbe senz’altro a ispirazione per la sua arte, come il confronto diretto con i ritratti accostati nella stessa sala permetterà a tutti di appurare.

Una ‘Infinity room’ che chiude il percorso espositivo contenente alcune delle opere più significative dell’artista proposte al visitatore in una sorta di gioco continuo tra scomposizioni e rifrazioni, che non manca di aprirsi ad un racconto più classico sulla vita dell’artista e ad un contesto storico-sociale-culturale in cui è possibile situare la sua produzione.

La mostra chiuderà al pubblico il 4 novembre.

Per acquisto biglietti visitare il sito web http://www.mudec.it/ita/modigliani-art-experience/

Per info tel. 0254917 (lun-ven 10.00-17.00) Singoli: helpdesk@ticket24ore.it Gruppi e scuole: ufficiogruppi@ticket24ore.it

Sigarette elettroniche, adolescente fuma per tre settimane e si ammala di Polmonite da ipersensibilità

Pubblicato il 31 Mag 2018 alle 6:14am

Una ragazza di 18 anni che lavora come cameriera in un ristorante in Pennsylvania ha deciso di provare la sigaretta elettronica. Ebbene dopo tre settimane di «svapo» la ragazza ha cominciato a sentirsi male accusando seri problemi alla respirazione, tosse persistente, dolore toracico tanto da dover essere ricoverata subito in ospedale. (altro…)