giugno 2nd, 2018

Plank, l’esercizio per perfetto per pancia piatta. Ecco come eseguirlo

Pubblicato il 02 Giu 2018 alle 8:44am

Il plank è un validissimo alleato per la pancia piatta e non solo! Ciò che lo rende così speciale è la sua capacità di far lavorare allo stesso tempo anche altri muscoli del corpo. Tonifica, infatti, scolpisce e snellisce tutta la silhouette.

Bastano solo 5 minuti al giorno per eseguirlo e godere dei suoi benefici e risultati.

Oltre ai muscoli addominali nel plank, vengono impiegati i muscoli della schiena, delle gambe, dei fianchi, dei glutei, delle spalle e del petto. Tonificando le fasce muscolari, il plank aiuta a migliorare la postura prevenendo e contrastando diverse patologie ad essa collegate.

Benefici del plank Glutei più tonici: stimolando i glutei ed i bicipiti femorali, noterete un rassodamento del posteriore e una riduzione della cellulite. Schiena più forte: grazie agli esercizi di tonificazione, la schiena si rinforzerà ed assicurerete anche un miglior supporto alla parte superiore del corpo. Il rischio di infortuni alla schiena e alla colonna vertebrale si ridurranno notevolmente. Ventre piatto: con questo esercizio lavoreranno i muscoli addominali: superiori, inferiori e laterali. Gambe più toniche: il plank tonificherà i muscoli delle gambe ma anche di cosce e polpacci. Postura corretta: rafforzando i muscoli della schiena, aumenterete anche la capacità di rimanere in posizione eretta con una postura diritta e stabile. Maggiore equilibrio: perfezionando la postura otterrete un miglioramento dell’equilibrio. Stress muscolare ridotto: il plank è ottimo per distendere e rilassare le fasce muscolari delle spalle per chi è costretto a posture errate in ufficio.

Esecuzione del plank

Per eseguire questo esercizio è necessario attenersi alle seguenti indicazioni:

1. Sdraiarsi rivolgendo l’addome verso terra. 2. Piegare i gomiti di 90° allineandoli perpendicolarmente alle spalle. In alternativa, tenere anche le braccia tese ma sempre perpendicolari alle spalle. 3. Formando una linea retta (dalla testa ai talloni) occorrerà appoggiarsi solo sugli avambracci o mani e sulle punte dei piedi. 4. La testa ed il collo dovranno rimanere dritti, senza allungarli in avanti o piegarli. 5. I muscoli addominali ed i glutei dovranno rimanere sempre contratti finché l’esercizio non sarà terminato. 6. Le gambe dovranno essere perfettamente dritte e leggermente distanti l’una dall’altra, senza piegare le ginocchia.

Guarda il video sottostante per avere una guida dettagliata su come eseguire gli esercizi di plank perfettamente:

Il plank può essere eseguito a casa propria, in giardino, all’aria aperta o in palestra.

Un computer batte l’uomo: riconosce il melanoma con precisione

Pubblicato il 02 Giu 2018 alle 8:22am

Una macchina come un computer può riuscire a battere anche un dermatologo nella scoperta di melanomi maligni.

Arriva infatti un software ispirato al funzionamento del cervello umano che ha mostrato di essere più abile di 58 dermatologi di 17 Paesi del mondo. Identificando, a partire da 100 immagini di casi dubbi, una percentuale maggiore di melanomi.

A rivelarlo uno studio appena pubblicato su Annals of Oncology da un team di scienziati tedeschi, francesi e americani.

La sfida tra dermatologi e intelligenza artificiale è avvenuta in due fasi. Nella prima fase le condizioni erano di parità assoluta: sia la rete neurale che gli esperti dovevano arrivare a una diagnosi partendo soltanto da 100 immagini di sospetti melanomi. Il risultato ha evidenziato poi la maggiore precisione della macchina: 95% di successi, contro l’86,6% ottenuto dai dermatologi. Nella seconda fase del test, oltre alle immagini di partenza, i dermatologi potevano consultare anche informazioni cliniche associate alle foto, e ingrandimenti. Ciò ha permesso di migliorare la precisione delle diagnosi facendo riconoscere l’88,9% dei melanomi.

Caetano Veloso: in Italia, dal 13 al 21 luglio, con il nuovo imperdibile tour “Ofertorio” (per la prima volta sul palco con i figli)

Pubblicato il 02 Giu 2018 alle 6:50am

CAETANO VELOSO torna live in Italia con il nuovo imperdibile tour “Ofertorio”, durante il quale per la prima volta l’artista salirà sul palco con i figli Moreno, Tom e Zeca per dare vita dal 13 al 21 luglio ad uno speciale spettacolo in versione volutamente acustica, dimensione naturale, nel quale il massimo esponente del Tropicalismo, condurrà le melodie suonando la sua chitarra e incantando il pubblico con il suo inconfondibile timbro vocale.

Il cantautore brasiliano, reduce dall’esibizione all’Eurovision Song Contest con il portoghese Salvador Sobral vincitore della precedente edizione, si raffronta con la famiglia, sinonimo di felicità, dimostrando al pubblico quale elevata e raffinata qualità si possa raggiungere unendo le peculiarità di ognuno di loro per la prima volta in un unico spettacolo.

Il quartetto Veloso eseguirà i grandi successi del repertorio del celebre cantautore, come “Reconvexo”, “O Leãozinho”, “Un canto de afoxé para o bloco do Ilê” e “Sertão”, oltre alle composizioni di Moreno Veloso e degli altri due figli più piccoli.

QUESTE LE DATE ITALIANE DEL TOUR dal titolo “OFERTORIO”:

Venerdì 13 luglio – PAVIA, Corte del Castello Visconteo (Via Castello, 15 – ore 21.15);

Domenica 15 luglio – PERUGIA – Umbria Jazz, Arena Santa Giuliana (Piazza Partigiani – ore 21.00);

Martedì 17 luglio – ROCCELLETTA DI BORGIA (CZ), Armonie d’Arte Festival e Fatti di Musica, Parco Archeologico Scolacium (via Scylletion – ore 22.00);

Sabato 21 luglio – ROMA, Cavea – Auditorium parco della Musica (Viale Pietro de Coubertin 30 – 21.00).

I concerti italiani sono prodotti e organizzati da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU.

Le prevendite dei concerti sono disponibili su Ticketone: www.ticketone.it/ofertorio-caetano-moreno-zeca-tom-veloso-biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2134790&kuid=458618. Per il concerto di Perugia, nell’ambito di Umbria Jazz, sono disponibili anche su Boxol: www.boxol.it/UmbriaJazz/it/event/stefano-bollani-caetano-veloso-arena-santa-giuliana-perugia/242420.

«Ho sempre desiderato fare musica con i miei figli in concerto – ha dichiarato Caetano Veloso – Da quando sono piccoli ho sempre amato stargli vicino. Ognuno ha le sue particolarità. Ho sempre cantato per farli dormire. Seguendo percorsi diversi, tutti si sono avvicinati alla musica in un momento della loro vita. È uno show per famiglie, nato dal mio desiderio di trasmettere felicità. Avere dei figli è la cosa più importante nella mia vita adulta. Quello che ho imparato dalla nascita di Moreno – e confermato con gli arrivi di Zeca e Tom – non ha un nome e non ha un prezzo. Credo, veramente, che la nostra non sia una famiglia di musicisti qualunque: c’è un carattere genetico dedicato alla musica».

Foto Credit Rafael Berezinski

Cancro, 11 trentenni italiani tra i migliori ricercatori del mondo

Pubblicato il 02 Giu 2018 alle 6:42am

Undici ricercatori italiani, cinque donne e sei uomini, sono stati premiati col prestigioso Merit Award 2018 della Conquer Cancer Foundation per il proprio lavoro svolto nella ricerca sul cancro. Si tratta di un premio rilasciato annualmente in occasione dell’ASCO (American Society of Clinical Oncology), l’associazione degli oncologi americani, che punta a valorizzare gli studi in grado di lasciare un segno tangibile contro il “male del secolo”.

Ebbene, molti dei nostri connazionali, che hanno conquistato l’ambito premio che verrà consegnato a Chicago tra il 1° e il 5 giugno, lavorano già all’estero, tra Stati Uniti e Paesi europei, e per alcuni di loro si tratta addirittura del secondo Merit Award.

Lo scorso anno a vincerlo fu la dottoressa Loredana Puca, grazie al suo lavoro sul tumore neuroendocrino della prostata. Di origine campana, dopo anni trascorsi all’estero si è trasferita alla prestigiosa Università Cornell di New York.

Ecco l’elenco dei vincitori del 2018.

– Francesca Battaglin – Luisa Carbognin – Alessia Castellino – Vincenza Conteduca – Lisa Derosa – Matteo Lambertini – Sandro Pasquali – Alberto Puccini – Pasquale Rescigno – Daniele Rossini – Paolo Strati

Ospedale di Lecco capofila nella cura delle aritmie cardiache

Pubblicato il 02 Giu 2018 alle 6:42am

L’ospedale di Lecco si afferma ancora una volta come centro capofila per la cura delle aritmie cardiache mediante l’ablazione trans-catetere senza l’impiego di raggi X, cioè di radiazioni potenzialmente pericolose per il rischio di tumore. (altro…)