Tumore al seno: al Pascale di Napoli un’iniezione sottocutanea che lo fa sparire nel 70-80% dei casi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Giu 2018 alle ore 6:38am


Una nuova iniezione sottocutanea, che si può effettuare prima di un intervento chirurgico, potrebbe rivoluzionare del tutto il modo di trattare e sconfiggere il tumore al seno.

Al Pascale di Napoli arriva una nuova formulazione innovativa, somministrata a una paziente, la prima in assoluto al mondo, un trattamento in grado di far letteralmente sciogliere il tumore al seno, nella maggior parte dei casi.

Una combinazione di due farmaci biologici già disponibili in forma endovenosa per il trattamento del cancro al seno, il Trastuzumab e il Pertuzumab, riuniti per essere iniettati in una sola volta sotto la cute, nel giro di pochissimi minuti. “Abbiamo unito due anticorpi monoclonali in una sola iniezione di pochi minuti, e questa nuova formulazione è una novità assoluta mondiale. Viene somministrata, in pazienti con tumore HER 2 positivo, prima dell’intervento vero e proprio e riduce nel 95% la massa tumorale. Addirittura nel 70-80% dei casi riesce a farla sparire del tutto”, ha spiegato all’ANSA Michelino de Laurentiis, direttore dell’Oncologia senologica del Pascale di Napoli.