giugno 19th, 2018

Dipendenza da videogiochi, inserita dall’Oms nel capitolo delle malattie mentali

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 3:11pm

La dipendenza dai videogiochi viene riconosciuta oggi ufficialmente dall’Oms come malattia mentale. E’ stata inserita, infatti, all’interno del capitolo sulle patologie dell’International Classification of Diseases (ICD).

Secondo quanto è stato pubblicato nel nuovo elenco ufficiale delle malattie, che ne ha al suo interno almeno 55mila, non si tratta della ludopatia ma del gaming disorder, ovvero un disturbo psicologico vero e proprio che va a incidere anche a livello comportamentale, sulle abitudini di vita sociale e personale di una persona, di un bambino o adolescente. Attraverso «una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti che prendono il sopravvento sugli altri interessi della vita sociale e quotidiana».

Secondo quanto riferito da Vladimir Poznyak, del dipartimento per la salute mentale dell’Oms in occasione di una conferenza stampa, tali disturbi possono portare anche a disordini alimentari.

Sulla base degli ultimi sviluppi, infatti, e delle conoscenze sul tema, l’Oms ha pertanto deciso di inserire la dipendenza dai videogiochi all’interno dell’elenco relativo alle patologie mentali in quanto dovrebbe servire ai medici a formulare più facilmente una diagnosi nei soggetti interessati.

Beyoncé e Jay-Z, esce “Everything is Love”, il primo album insieme

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 9:00am

Dopo “Lemonade” e “4:44”, Beyoncé e Jay-Z, la coppia più celebre della musica pop ha tenuto a battesimo un nuovo album, “Everything is Love”: nove brani più un video di sei minuti girato al Louvre, e alla fine il duetto “Lovehappy” in cui il rapper dichiara “We broke up and got back together”, e lei gli fa eco: “Ora siamo felici e innamorati”.

Firmato “The Carters”, dal cognome di Jay-Z, l’album è uscito senza preavviso o battage pubblicitario il 16 giugno scorso, dopo un concerto a Londra, sulla piattaforma in streaming Tidal che lo stesso Jay-Z ha acquistato e rilanciato nel 2015.

L’On the Run Tour della coppia arriverà presto in Italia: il 6 luglio a Milano e l’8 a Roma. E’ la prima volta che Jay-Z e Beyoncé, spesso “ospiti” uno dell’altra in singoli brani, producono un album insieme.

Bottega Veneta, dal 1° Luglio il nuovo direttore creativo è Daniel Lee

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 8:52am

Bottega Veneta ha annunciato il 15 giugno scorso il nome del suo nuovo direttore creativo, due giorni dopo l’annuncio della fine della sua collaborazione quasi ventennale con il designer Tomas Maier. (altro…)

Addio alla dieta vegana. Ad abbandonarla due italiani su tre

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 8:42am

Addio alla dieta vegana. Ad abbandonarla due italiani su tre, che sono tornati ai consumi di carni, latticini o uova nel 2018.

Oggi a seguirla ancora sono solo in 460 mila, secondo lo studio, elaborato sui dati Eurispes, che la Coldiretti ha presentato al ‘Villaggio contadino’ allestito nel centro di Torino e inaugurato con il #bisteccaday e una maxi grigliata.

L’inversione di tendenza è confermata dall’aumento della spesa delle famiglie italiane per le carni, oltre il 5% nei primi mesi del 2018, stando all’analisi Coldiretti su dati Ismea.

Le fake news sull’alimentazione tra i vegani, scesi dalla quota del 3% allo 0,9%, resistono di più le donne (68% del totale) e i giovani (2% degli italiani nella fascia di et 18-24 anni). Nei giudizi, invece, la scelta di chi ha messo al bando i prodotti di origine animale divide gli italiani: il 49,4% la ritiene “radicale, fanatica e segnata dall’intolleranza”, l’altra metà pensa che sia un’opzione rispettabile e anche ammirevole. “A spingere le convinzioni alimentari sono però spesso le fake news – sostiene la Coldiretti – sui social non è difficile trovare la teoria che mangiare carne, latte o uova faccia sempre male.

Bari, deceduta la bimba di un anno con la Sindrome Emolitica Uremica, si cercano le cause

Pubblicato il 19 Giu 2018 alle 7:07am

Non ce l’ha fatta Beatrice, la piccola di appena un anno, residente a Lucera, che da tre giorni era ricoverata all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII con i sintomi della Sindrome Emolitica Uremica. Erano molto gravi le sue condizioni di salute.

La bambina era arrivata al nosocomio di Bari con complicanze nefrologiche e forse anche neurologiche dopo aver contratto la malattia al momento con provenienza conosciuta.

Per questo motivo, proseguono le indagini condotte dall’Unità di crisi allestita dalla Asl di Foggia, incaricata di risalire alle cause dell’infezione batterica che potrebbe aver avuto un’origine ambientale o addirittura alimentare.

La Seu è una malattia piuttosto rara e che di solito colpisce i bambini, viene contratta in particolari condizioni igieniche legate all’ambiente e all’alimentazione. Consumo di latticini non freschi, verdure non lavate bene, frutti di mare, carni fresche poco cotte o insaccati che possono trasmettere il batterio derivante dal ceppo dell’Escherichia coli che colpisce intestino con una potente tossina.

I sintomi più comuni che si registrano sono diarrea con tracce di sangue, dolori addominali, spossatezza e febbre non molto alta, con il fattore tempo che viene ritenuto fondamentale per un tempestivo approccio terapeutico.

La morte della piccola segna il terzo caso registrato in Puglia nel 2018, e il primo che ha portato ad un decesso.