Menopausa, cosa mangiare

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Giu 2018 alle ore 6:42am

La menopausa naturale, viene accertata dopo l’assenza di mestruazioni per almeno 12 mesi, compare generalmente tra i 48 e i 52 anni e non si manifesta all’improvviso, ma viene anticipata da alcuni cambiamenti, nella durata e nell’intensità del ciclo, o nella presenza delle mestruazioni che possono interrompersi e comparire, anche per periodi lunghi (5-10 anni). Esiste inoltre una forma di menopausa precoce, quando compare prima dei 40 anni, spesso dovuta a malattie genetiche o autoimmuni, infezioni, terapie farmacologiche e disfunzioni ovariche.

Dimagrire in menopausa, se si ha acquistato qualche chilo in eccesso è un obiettivo non solo estetico, ma anche di salute. Per questo una corretta alimentazione aiuta a limitare anche i fastidiosi sintomi che accompagnano questa condizione, come ad esempio le vampate di calore.

Vediamo, allora, quali sono gli alimenti consigliati durante la menopausa:

– frutta e verdura almeno 4 volte al giorno
– abbondante acqua
– calcio ogni giorno
– pesce azzurro tre volte alla settimana
– carni bianche
– cereali integrali
– fibre e sostanze antiossidanti
– soia (con moderazione)
– legumi
– olio di lino di prima spremitura
– noci, mandorle, semi oleosi
– olio extravergine di oliva
– frutti rossi
– alghe
– 1 quadratino di cioccolato extrafondente (per il buonumore e l’equilibrio metabolico).

Sul ruolo della soia i pareri scientifici sono ancora contrastanti per cui è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia, mentre unanime importanza viene data ai fitoestrogeni, i cosiddetti “ormoni naturali”, presenti in diverse sostanze naturali dal potere antiossidante che si legano ai recettori degli estrogeni, contribuendo alla prevenzione di molte malattie, come i tumori femminili, migliorando i sintomi della menopausa. Si trovano in alimenti che, non dovrebbero mai mancare nella nella dieta in menopausa: sesamo, ginseng, aneto, semi di segale, semi di lino, semi di girasole, avena, grano saraceno, riso, cumino
cavolini di Bruxelles e altre crucifere, piselli, mela, finocchio, frutti di bosco, ciliegia, limone e altri agrumi, aglio.

Mentre sono da evitare gli alimenti grassi, i dolci, gli alimenti raffinati e tutti i cibi considerati nemici della linea e della salute perché fanno aumentare il peso corporeo e il colesterolo, senza dimenticare l’importanza, per corpo e mente, di una vita attiva e non sedentaria.

Tuttavia, per il rischio-cardiovascolare la dieta in menopausa non basta, occorre, monitorare la salute del proprio cuore attraverso controlli periodici per colesterolo HDL, colesterolo totale, glicemia e trigliceridi.