Conegliano, giovane torna dall’Asia con febbre a 40: è “dengue”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 31 Lug 2018 alle ore 8:49am

Probabile virus del dengue in un giovane coneglianese, rientrato da un lungo soggiorno in un Paese del Sud est asiatico. I sintomi della malattia si sono manifestati lunedì 23 luglio, due giorni dopo il ritorno.

Il giovane presentava febbre alta che superava i 40°, cefalea e dolori articolari diffusi.

Recatosi al Pronto Soccorso è stato immediatamente ricoverato all’Ospedale di Conegliano. Le sue condizioni sono apparse tuttavia buone. La conferma laboratoristica del probabile caso di Dengue si avrà lunedì. Di origine virale, la dengue è trasmessa all’uomo dalle punture di zanzare tigre che hanno, a loro volta, punto una persona infetta.

Non si ha quindi un contagio diretto tra esseri umani, anche se l’uomo è il principale ospite del virus. Nell’area in cui risiede il giovane saranno effettuati due trattamenti di disinfestazione, così come previsto dal Piano regionale di lotta ai vettori.

L’Ulss procederà poi ad effettuare, per due settimane, campionamenti delle zanzare nella zona circostante l’abitazione del giovane.