agosto 16th, 2018

Crollo viadotto Genova: chi sono le vittime accertate e cosa intende fare il governo

Pubblicato il 16 Ago 2018 alle 10:16am

Venticinque anni fa il viadotto aveva subito un profondo maquillage di uno solo degli “stralli”, quello più vicino alla città. Era praticamente marcio, ma da allora gli altri non sono mai stati ristrutturati. Eppure Autostrade aveva perfino conservato le strutture provvisorie necessarie per l’intervento e nel progetto si indicava come “necessario un ripristino generale”. Solo negli scorsi mesi, l’accelerazione: gara breve e i lavori sarebbero partiti tra poco più di un mese.

Pier Giorgio Malerba, docente di Teoria dei ponti al Politecnico di Milano. “Gli stralli hanno un ‘esoscheletro’, sono stati rivestiti con dei tiranti nuovi che di fatto coprono quelli vecchi, mai tolti – spiega – Una sorta di sarcofago“. Visibile a occhio nudo perché una delle ‘V rovesciate’ che sostenevano il ponte è ricoperta da una guaina di gomma nera mentre le altre hanno ancora il calcestruzzo a vista. “Già ai tempi c’era preoccupazione”, ricorda Malerba.

Il governo è fermo sulla sua decisione, dice di non poter attendere i tempi della giustizia penale, e dover garantire la sicurezza agli utenti sulle autostrade. “Quella di Genova è una tragedia inaccettabile nella società moderna – dice il premier Giuseppe Conte – Per questo avvieremo la procedura per la revoca della concessione a società Autostrade”.

Al termine del consiglio dei ministri straordinario tenutosi nella prefettura di Genova, ieri, il premier Giuseppe Conte conferma quanto anticipato dal ministro Danilo Toninelli sul ritiro della concessione ad Autostrade per l’Italia. “Al di là delle verifiche penali che farà la magistratura con la sua inchiesta – ha spiegato Conte – noi non possiamo aspettare i tempi della giustizia. Il governo, nell’atto di disporre nuove concessioni, sarà molto più rigoroso nella valutazione delle clausole, faremo più di quanto è stato fatto prima”.

Nella giornata di ieri la Prefettura ha fornito un primo elenco ufficiale delle vittime del crollo del viadotto sull’Autostrada A10 – purtroppo ancora parziale, dato che mancano ancora molti dispersi.

«Andrea Vittone 49 anni di Venaria Reale (Torino), Manuele e Camilla Bellasio 12 e 16 anni, di Pinerolo, Claudia Possetti 47 di Pinerolo (nucleo familiare), Andrea Cerulli 48 di Genova, Stella Maria Boccia 24, nata a Napoli e residente ad Arezzo; Samuele e Roberto Robbiano 8 e 44 anni e Ersilia Piccinino 41 (Fersale, Catanzaro), residenti a Campomorone (nucleo familiare), Marta Danisi 29, di Sant’Agata di Militello (Messina) e Alberto Fanfani 42, di Firenze (fidanzati); Juan Ruben Figeroa Carrasco, cileno di 68 anni, Elisa Bozzo 33, di Genova, Francesco Bello, 41, di Serra Ricco’ (Genova), Luigi Matti Altadonna 34 di Genova, Gennaro Sarnataro 43 di Volla (Napoli), Bruno Casagrande 57, di Antoninina (Reggio Calabria), Antonio Stanzone 29 e Gerardo Esposito 26 di Torre del Greco, Vincenzo Licata 57 di Grotte (Agrigento), Alessandro Campora 55 di Genova». In particolare, straziante è la storia di una seconda famiglia sterminata dopo i Robbiano su quella strada maledetta. Si tratta di Andrea Vittone e della moglie Claudia Possetti, che viaggiavano in auto con i figli adolescenti della donna, Camilla e Manuele Bellasio, di 12 e 16 anni: erano partiti da Pinerolo (Torino), per andare in vacanza.

I funerali di Stato e il lutto nazionale. Proclamato stato di emergenza per 12 mesi. Ha annunciato il premier Giuseppe Conte. Il Governo ha già stanziato nella giornata di ieri i primi 5 milioni di euro per i primi interventi urgenti. Come dare assistenza ai familiari delle vittime, aiutare gli sfrattati (quasi 700) a trovare una casa, nel giro di pochi mesi. Sembra che siano immediatamente disponibili. come annunciato dal governatore della Liguria, Giovanni Toti.

Il ministro dell’Interno Salvini, ieri pomeriggio si è inoltrato sul luogo della sciagura in una diretta durata 30 minuti, tra auto accartocciate e lamiere, calandosi nei panni del ‘regista’ della diretta.

Accompagnato dal governatore Giovanni Toti si è fatto spiegare passo passo dai vigili del fuoco, unità cinofile, e quanti stanno lavorando alle operazioni di salvataggio come stanno le cose, cosa è stato fatto e cosa si farà ancora. Presente sul posto anche il sindaco di Genova.

Temptation Island, Simona Ventura al timone del reality annuncia le 6 coppie vip

Pubblicato il 16 Ago 2018 alle 8:50am

Dopo il successo dell’edizione condotta da Filippo Bisciglia, “Temptation Island” torna a settembre nella versione vip. (altro…)

Ha 25 anni ma ne dimostra 12: la strana malattia di Tomasz Nadolski

Pubblicato il 16 Ago 2018 alle 8:27am

Ha uno strano disturbo molto raro noto come “la malattia di Fabry” ecco allora, che il polacco Tomasz Nadolski dimostra 12 anni anziché 25. La sindrome può provocare danni a reni e al sistema cardiovascolare e rendere l’organismo umano incapace di sintetizzare le molecole lipidiche. (altro…)

Aretha Franklin è “gravemente malata”, potrebbe morire da un momento all’altro

Pubblicato il 16 Ago 2018 alle 6:03am

Aretha Franklin, tra le più importanti cantanti di tutti i tempi, è “gravemente malata” e potrebbe morire da un momento all’altro.

A darne notizia è alcuni giorni fa l’Associated Press, che ha parlato con una persona vicina alla famiglia di Franklin a Detroit, notizia cheed è stata poi confermata da un giornalista locale e amico di Franklin, che ha scritto su Twitter di aver ricevuto informazioni dalla famiglia. Non si hanno invece informazioni più precise sulle condizioni di Franklin, per volontà della famiglia.

Franklin, che ha oggi 76 anni, era in cura da tempo dopo essere stata operata nel 2010 per un tumore. Nel 2017 aveva annunciato che avrebbe presto smesso di fare concerti per dedicarsi solo alla registrazione di dischi. Quest’anno aveva dovuto cancellare su ordine dei medici due concerti in programma da molto tempo.

Al cinema il film di Juho Kuosmanen “La vera storia di Holli Mäki”

Pubblicato il 16 Ago 2018 alle 5:25am

Arriva oggi in 3 cinema, un film di Juho Kuosmanen “La vera storia di Holli Mäki, con Jarkko Lahti, Eero Milonoff, Oona Airola, Joanna Haartti, Esko Barquero, Elma Milonoff, John Bosco, Leimu Leisti. Distribuzione Movies Inspired. Uno spaccato sulla vita di Olli Mäki, felice anche nella sconfitta.

Sinossi Nell’estate del 1962 a Olli Mäki, giovane sportivo finlandese, viene data l’opportunità di sfidare in casa il campione americano dei pesi piuma Davery Moore. Per lui, ragazzo di umili origini, sarebbe l’occasione di diventare una celebrità di fama mondiale, per la sua nazione quella di essere finalmente riconosciuta nel circuito sportivo internazionale. Ma Olli non sembra essere affatto esaltato dall’idea di intraprendere questa impresa, tutte le sue energie sono infatti concentrate sul suo amore nascente per Raija e sulla nostalgia per la sua semplice quotidianità