Corona di nuovo insieme alla Moric: “Nina è davvero bella e Carlos è il mio tutto”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Ago 2018 alle ore 7:03am

Sul numero di “Chi” uscito mercoledì 15 agosto, Fabrizio Corona appare in copertina con Nina Moric e il loro figlio, Carlos. E a chi gli chiede come è avvenuto questo riavvicinamento con la ex moglie, con la quale c’è stata una lunga battaglia legale, Corona in vacanza a Gallipoli, risponde: “Ho fatto io il primo passo”. “Mi sono svegliato da un brutto sogno e ho riaperto il mio cuore. Ho parlato da adulto con mio figlio. Ho capito che voleva il nucleo centrale: mamma e papà”.

Dopo undici anni dalle ultime foto “posate” insieme in famiglia e una lunga guerra in tribunale da ex, Nina e Fabrizio guardano di nuovo un unico obiettivo. “Ho sbagliato tanto, spero che in corsa potrò continuare a donargli il giusto amore che merita. Ed eccoci io, Nina, che è davvero bella, più bella che mai, e Carlos, il mio sangue, il mio tutto. Quando li ho rivisti insieme ho sentito il cuore. È come se avessi pulito o cancellato rabbia e voglia di andarmene ‘ogni cinque minuti’. Di scappare, di annoiarmi, di inventare cose per fare, fare e fare. Ho sentito la mia famiglia e mi sono sentito amato anche io”, racconta l’ex re dei paparazzi al settimanale di Alfonso Signorini mentre si sta godendo la sua estate in Puglia con gli affetti più cari, senza rinunciare ai social e alla palestra.

E Nina Moric felice come non mai di stare con il suo Carlos, aggiunge: “Dopo aver fatto volare coltelli e asce di guerra, era giusto far vincere la parola amore, che, badate bene, in me non si è mai spenta. Ora Fabrizio lo guardo come se fosse un fratello. Ci vuole molto, ci vuole un lungo percorso per arrivare a questa conclusione, ma Fabrizio rimarrà sempre l’uomo che mi ha dato un figlio. Il divorzio è stato un lutto per me. I suoi arresti hanno fatto il resto. Le scelte sbagliate, sono state dolore. E Carlos? Solo in mezzo a questa tempesta. Dio ci ha dato una nuova opportunità. Lo trovo un segno dal Cielo. Nostro figlio è il dono, noi dobbiamo dare la vita per lui e lo proteggeremo”.