Dopo l’accelerazione del governo Conte, Lega-Cinque Stelle, sulla revoca della concessione la società Autostrade prepara la sua strategia difensiva.

Il piano è pronto. Oggi pomeriggio alle 16 i vertici di Autostrade per l’Italia, Cerchiai e Castellucci, presenti anche ai funerali odierni, hanno annunciato a Genova una serie di misure a sostengo delle vittime del crollo del Ponte Morandi, per la città di Genova e per gli sfollati, già a partire dal prossimo venerdì 20 agosto.

La società, del Gruppo Benetton, con questa mossa cerca dunque di cambiare il verso di una situazione drammatica che si era profilata all’orizzonte e che aveva portato, giorni fa il governo a chiedere la revoca della concessione per la gestione dell’autostrada A10 e tutte le altre presenti in Italia.

L’ad Castellucci ha infatti annunciato che è intenzione di Autostrade per l’Italia, partire già dal prossimo lunedì mettendo a disposizione mezzo miliardo di euro per fronteggiare l’emergenza insieme al Comune di Genova e al governo.

I vertici di Autostrade chiedono scusa agli italiani «per essere stati percepiti lontani» nei momenti immediatamente seguenti la tragedia e annunciano, dopo i funerali di Stato di oggi, lo stanziamento di fondi per gli sfollati, per le infrastrutture, le famiglie delle vittime a favore del Comune per facilitare il trasporto pubblico e la ricostruzione del ponte in 8 mesi.

“Noi dobbiamo e possiamo dare molto alla città di Genova e siamo determinati a farlo con costanza, determinazione e senso di responsabilità. Siamo qua”. Anche la famiglia Benetton, fa sapere il presidente Cerchiai, si pone davanti a questa tragedia “con grande dolore e con grande partecipazione”.

La cifra stanziata complessivamente è di mezzo miliardo di euro, per cominciare. Questo quanto deciso dall’Autostrade per l’Italia con la task force in queste ore, subito dopo la tragedia del 14 agosto e il black out comunicativo dei primi giorni rilevato e criticato da più parti.

Castellucci parla dei primi interventi strutturali. “Ripristinare il prima possibile la viabilità e ricostruire del ponte sul Polcevera. È il nostro primo impegno. Abbiamo un progetto che ci permette in otto mesi, tra demolizione e ricostruzione di avere un nuovo ponte in acciaio. Attendiamo istruzioni dal governo”. “Per potere costruire il ponte in sicurezza sarà stanziato un fondo per dare indennizzi a tutti coloro che saranno costretti a lasciare le case” e “stiamo studiando di liberalizzare il pedaggio per residenti e non, a partire da lunedì, nel tratto da Bolzaneto a Genova Ovest e da Pra’ a Genova aeroporto”.

L’a.d. di Autostrade assicura poi che “il conto dei costi non è una priorità”. “Sono molto importanti ma non è elemento fondamentale”, sottolineando che “sui tempi di ricostruzione siamo al lavoro”.

Quanto all’indagine sulle cause che hanno causato il crollo del viadotto Morandi, causando tante vittime e feriti, per la quale anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiede il “massimo rigore”, Castellucci spiega che ci sarà collaborazione “con la magistratura per arrivare alla verità sul disastro”.

Castellucci glissa sui rapporti con il governo, che restano comunque molto tesi. L’esecutivo, che oggi ha tenuto un cdm straordinario a Genova ha stanziato oltre a 5 milioni iniziali, altri 28 milioni di euro, e ha formalmente avviato la procedura di revoca della concessione ad Atlantia.

Il vicepremier Luigi Di Maio, parlando con un familiare delle vittime che gli chiedeva severità verso la società, ha assicurato: “Stai tranquillo, questi i nostri ponti e le nostre strade non li gestiranno mai più”. Il tutto mentre il numero dei morti è salito a quota 43, dopo il ritrovamento di altri quattro corpi e il decesso di uno dei feriti.

“Sia ben chiaro: lo Stato non accetta elemosine da Autostrade. Pretendiamo risarcimenti credibili e non vi sarà alcun baratto.
L’unica strada che il Governo seguirà è quella di andare avanti con la procedura di revoca.
Le loro scuse servono a poco e non vi è modo di alleviare le sofferenze di una città distrutta dal dolore.
Oggi abbiamo fatto una promessa ai familiari delle vittime e a tutti i cittadini rimasti coinvolti nella tragedia di Genova e la onoreremo andando fino in fondo”, ha risposto poco fa attraverso la sua pagina Fb il vicepremier Di Maio alla proposta fatta da Autostrade per L’Italia in conferenza stampa qualche ora fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.