agosto 19th, 2018

Trapianto record tra Italia e Spagna, grazie ad un giovane medico agrigentino

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 9:46am

Un chirurgo agrigentino, Angelo Territo, ha partecipato al primo trapianto di rene in modalità “incrociata” tra due coppie donatore-ricevente, tra Spagna e Italia.

Un primato che coinvolge due paesi e che ha consentito di trapiantare con successo due pazienti, il primo a Barcellona, il secondo in Italia, a Pisa. Si tratta di una catena internazionale di trapianto di rene in modalità incrociata, in cui sono state coinvolte due coppie donatore-ricevente non compatibili, una spagnola l’altra italiana.

L’obiettivo della collaborazione tra i due Paesi era quello di allargare ulteriormente il bacino di potenziali donatori a favore di quei pazienti che non possono ricevere l’organo dal loro donatore, a causa della presenza di anticorpi specifici che ne determinano l’incompatibilità.

Il siciliano Angelo Territo ha partecipato a tale primato, essendo uno dei membri dell’Unità dei Trapianti di Rene ed Uro-Oncologia della Fundació Puigvert di Barcellona.

Il bravissimo medico ha 32 anni, è originario di Licata ed è specializzato in urologia. Nel 2015 ha già partecipato al primo trapianto di rene completamente robotico d’Europa, realizzato a Barcellona. Tra il 2015 e il 2018 si è formato in diversi centri di riferimento urologico in Europa, tra cui in Olanda, Belgio e Spagna, apprendendo le tecniche mini-invasive più innovative (laparoscopia e robotica) nel trattamento dei tumori urologici. È autore di numerosi capitoli di libri e articoli tra i più importanti al Mondo in merito alla chirurgia robotica applicata al trapianto renale. Nel 2016 ha ricevuto a Racalmuto, il Premio Speciale Solidarietas per l’impegno scientifico dimostrato.

La scienziata anti-cancro Nazneen Rahman, accusata di bullismo da 45 colleghi. Si dimette e perde 3,5 milioni di fondi

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 9:22am

Una delle più famose scienziate inglesi, che lavora da anni nella ricerca contro il cancro, si è dimessa dai suoi incarichi dopo una lettera che la accusa di bullismo.

Nazneen Rahman, oncologa, è stata accusata con una lettera sottoscritta da ben 45 colleghi, attuali ed ex, e ha dovuto lasciare subito i suoi incarichi all’Icr (Institute of Cancer Research) di Londra.

La scienziata, inoltre, ha dovuto anche dire addio a 3,5 milioni di sterline di fondi per la ricerca che le erano stati messi a disposizione dal Wellcome Trust, ente benefico che finanzia la ricerca da quasi cento anni nel Regno Unito.

“Rahman – riporta la stampa inglese – è il primo scienziato ad essere sanzionato in base alle nuove regole anti-bullismo stabilite proprio dal Wellcome Trust”. “Sappiamo che l’indagine indipendente dell’Icr ha ritenuto che alcune delle accuse fossero abbastanza gravi da giustificare un’audizione disciplinare – sottolinea in una nota il Wellcome Trust – La professoressa Rahman ha scelto di dimettersi prima e l’udienza disciplinare non ha avuto luogo”.

Mummificazione, scoperta origine grazie a mummia conservata a Torino

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 9:00am

Grazie ad accurate analisi forensi condotte su una mummia conservata a Torino, un team di ricerca internazionale ha scoperto la ‘ricetta’ originale degli antichi egizi per la mummificazione. Pratica che risalirebbe a 4mila anni fa avanti Cristo, 1.500 anni prima di quanto ritenuto sino ad oggi dagli scienziati. (altro…)

La Tatangelo torna con D’Alessio e potrebbe essere prossima alle nozze

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 8:05am

A

Anna Tatangelo è tornata con il compagno Gigi D’Alessio e al dito è spuntato un anello di fidanzamento.

La cantante in questi giorni è stata protagonista di Battiti Live, il programma estivo condotto da Elisabetta Gregoraci e si è esibita sul palco sulle note di ‘Chiedere scusa’. Una canzone autobiografica, che racconta la rinascita dell’artista dopo la rottura con D’Alessio.

Ma, negli ultimi mesi sembrerebbe che qualcosa si cambiato.

Infatti i due sono stati visti insieme in più occasioni e da una vacanza insieme al figlio Andrea in Sardegna, la coppia avrebbe ritrovato l’intesa di un tempo. Il riavvicinamento che Gigi sognava da tempo si sarebbe realizzato e ora l’artista napoletano sarebbe deciso a non lasciarsi sfuggire la donna della sua vita.

Così sulla mano sinistra dell’artista di Sora è spuntato un anello di fidanzamento, che la cantante ha sfoggiato anche nelle ultime foto su postate su Instagram.

Si tratta infatti del pegno d’amore che D’Alessio le regalò all’inizio della loro amore, con la promessa di starle accanto per sempre e di sposarla. Una promessa che, a quanto pare, ora avrebbe intenzione di rispettare.

Resta con me, al cinema dal 29 agosto il film di Baltasar Kormákur

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 7:52am

Arriva al cinema RESTA CON ME, un film di Baltasar Kormákur con Shailene Woodley, Sam Claflin, Grace Palmer, Jeffrey Thomas, Elizabeth Hawthorne, Tami Ashcraft, Siale Tunoka, Luna Campbell in uscita mercoledì 29 agosto 2018, distribuito da 01 Distribution.

Una storia vera accaduta a una giovane coppia che, durante un viaggio verso Tahiti, a bordo di una barca a vela, dovette affrontare un uragano.

Sinossi La vera storia di Tami Oldham e del suo compagno Richard Sharp. A bordo di una barca a vela, la coppia partì per raggiungere Tahiti ma, nel mezzo dell’Oceano Pacifico, si imbatterono in un uragano. Tami, dopo aver sbattutto fortemente la testa, si risvegliò a 1.500 miglia di distanza dalla costa e su un’imbarcazione quasi totalmente distrutta.

Ricetta Penne gratinate alla Siciliana

Pubblicato il 19 Ago 2018 alle 6:18am

Ecco a voi una ricetta siciliana: le Penne gratinate. Un piatto unico, tradizionale, gustoso e semplice da preparare che piacerà tanto a tutta la famiglia.

Adatto per un pranzo all’aperto, una cena in famiglia con amici.

Vediamo come prepararlo.

INGREDIENTI per 4 persone:

– 320g di pasta corta – 1 melanzana – 100g polpa di pomodoro – olio d’oliva – 1 cipolla – 1 spicchio d’aglio – foglie di basilico – sale e pepe – 150g di Ricotta Santa Lucia – 10g di mandorle filettate

PREPARAZIONE:

1. Pulite la melanzana, privatela delle estremità, sciacquatela e tagliatela prima a fettine e poi a dadini. 2. In una padella versate un filo d’olio e rosolate la cipolla tagliata a fettine e lo spicchio d’aglio. Aggiungete le melanzane e fatele soffriggere per qualche minuto. Ora versate la polpa di pomodoro, condite con sale e pepe e fate cuocere il tutto per 5 minuti. 3. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela al dente e unitela al sugo insieme a metà della Ricotta Santa Lucia. 4. Mescolate il tutto, versate la pasta condita in una pirofila unta con un po’ d’olio. Cospargete con la restante ricotta e guarnite con le mandorle. Fate gratinare le penne alla siciliana in forno a 240° fino a che risulteranno gratinate in superficie, quindi servitele calde.