Brindisi, l’emiro del Qatar torna a far visita a nonna Teresa. Invita lei e sua famiglia a casa sua per le vacanze di Natale

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Ago 2018 alle ore 6:51am

Hamad bin Khalifa al-Thani, sbarcato con il suo yacht nel porto antico della città pugliese, nel ’97 aveva avuto bisogno con urgenza del bagno. Solo una donna lo aveva aiutato, facendolo entrare subito in casa sua.

Teresa Bossetti, cittadina 89enne di Brindisi aiutò l’emiro del Qatar Hamad bin Khalifa al-Thani, sbarcato con il suo yacht nel porto di Brindisi.

L’emiro, uno degli uomini più ricchi del mondo, nell’estate del 1997 si trovava in Puglia e aveva attraccato il suo straordinario yacht – uno dei panfili più grandi al mondo, lungo oltre 124 metri – nel porto antico della città. Seguito dalle sue guardie del corpo passeggiava a piedi per i vicoli della città quando ad un certo punto ebbe un malore e la necessità impellente di usare una toilette. Le sue guardie del corpo hanno provato a cercare un bar o un ristorante, ma nulla di fatto. Solo la signora Teresa, seduta fuori dalla sua abitazione, è riuscita ad aiutarlo: senza pensarci due volte gli ha aperto le porte della sua casa e gli ha messo subito a disposizione il bagno.

Il gesto, evidentemente, non è stato dimenticato dall’uomo, che a distanza di 21 anni è tornato a salutare la donna che con lui è stata tanto gentile ed ospitale. Qualche giorno fa, dopo un sopralluogo, le guardie del corpo hanno accompagnato il reale presso l’abitazione della signora Teresa che, raccontano, insieme a tutta la sua famiglia ha accolto l’emiro come se fosse un vecchio amico di famiglia. La donna gli ha presentato i suoi (tanti) figli e nipoti e, per un’ora e mezza, hanno chiacchierato e sorseggiato il caffè.

Hamad bin Khalifa al-Thani, per riconoscenza, ha portato un dono alla vecchia signora e ha invitato tutta la sua famiglia a trascorrere il prossimo Natale in Qatar. Poi, insieme al suo yacht, è ripartito alla volta di Otranto per proseguire la sua vacanza in Italia.