Il vicepremier e ministro del Lavoro e delle Infrastrutture Luigi Maio, a margine di quanto accaduto ieri sera sul caso Diciotti e l’iscrizione del vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini nel registro degli indagati, ecco quanto dichiara con una diretta web sulla sua pagina facebook ufficiale da casa dei suoi genitori a Pomigliano d’Arco, dove farà anche visita in giornata alla famiglia di una delle vittime del viadotto di Genova.

https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/524903314624986/

Di Maio nella diretta web parla di come il governo abbia sbloccato e affrontato, con un buon risultato, il caso Diciotti.

Sottolinea come i migranti saranno accolti dalla Cei, dall’Albania e dall’Irlanda, e di come siano stati assistiti in questi giorni anche con un supporto psicologico nella loro permanenza a bordo della nave della guardia costiera.

“Secondo il codice etico – dice Luigi Di Maio – che è contenuto nel nostro contratto di governo, il ministro dell’Interno deve continuare a fare il ministro, è indagato perché è un atto dovuto, ma pieno rispetto per la magistratura”. “E’ nostro dovere dunque attuare il programma elettorale, è gli italiani ci esortano ad andare avanti”.

Il vice premier e ministro del lavoro parla anche della volta che disse che il ministro degli interni Angelino Alfano doveva dimettersi, rispondendo così a tutte le polemiche che stanno circolando in queste ore in rete su chi insiste che egli debba chiedere le dimissioni del vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.