Milano, respinta una bambina non vaccinata dall’asilo nido: la madre chiama la polizia, ma non può farci niente

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Set 2018 alle ore 11:23am

«Niente nido né asilo per chi non ha i documenti in regola». Questa la linea dura del Comune di Milano. Niente lezioni tra gli zero e i sei anni se non in regola con le vaccinazioni.

E ieri, nel primo giorno di inizio scuola per le materne, che contano 33 mila iscritti, ancora 200 bambini risultano senza i certificati sui vaccini. Per ora, però, respinta dall’ingresso in aula c’è solo una bimba di due anni e mezzo, nel quartiere Barona.

Scene già viste: la mamma che chiama la polizia; gli agenti che arrivano e spiegano che non c’è nulla da fare perché si tratta di applicare la legge. Gli altri irregolari per il momento non si sono ancora presentati o stanno correndo ai ripari. Ad oggi è in vigore la legge 119 del 31 luglio 2017.

Le dieci vaccinazioni obbligatorie secondo il decreto Lorenzin sono:
anti-poliomelite; anti-difterite; anti-tetanica; anti-epatite B; anti-pertosse; anti Haemophilusinfluenzae tipo B; anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite; anti-varicella.