settembre 9th, 2018

Vizio di mangiarsi le unghie: dito amputato ad una ragazza di vent’anni a causa del cancro che si era sviluppato

Pubblicato il 09 Set 2018 alle 10:00am

Un’abitudine quella di mangiarsi le dita che sapeva non essere igienica, né femminile, motivo per cui ha cercato in ogni modo di tenerla nascosta a tutti, soprattutto alla sua famiglia. Per 4 anni ha infatti indossato unghie finte, ma il suo vizio e i rimedi per nasconderlo l’hanno messa in serio pericolo di vita: Courtney, che ora ha 20 anni, ha sviluppato un tumore chiamato acral lentiginous melanoma subungua, una forma piuttosto grave causata appunto dalla sua insana abitudine di mangiarsi le unghie.

«Quando ho scoperto che mordermi le unghie era stata la causa del cancro, sono andata in pezzi», ha dichiarato la ragazza che vive sulla Gold Coast, in Australia, a Metro, «Se penso a tutte le persone che si mangiano le unghie mi sembra assurdo essere arrivata a questo punto».

La ragazza si è sottoposta a dei controlli medici quando la sua unghia del pollice, ormai none esisteva già più. Era diventata nera.

Il medico ha fatto una biopsia ed è emerso che aveva il cancro. Lei e la sua famiglia sono rimasti sotto scioc, ma dopo qualche giorno, la notizia arrivata è stata ancora più tremenda: amputazione del dito.

Ora Courtney sta meglio, ma per almeno 5 anni dovrà sottoporsi a controlli regolari per controllare la malattia: «All’età di 11 anni ero al liceo e sono stato vittima di bullismo cronico, il morso delle unghie è diventato un meccanismo di difesa per me», ha spiegato, ma oggi vuole lanciare un messaggio a tutti con la sua storia. La giovane ha capito la gravità di un gesto tanto simile, ma soprattutto ha capito quanto sia importante credere in se stessi, ed è proprio questo che dice ai giovani: «Siate la persona che volete essere».

Sophie Taricone, uguale al suo papà scomparso. Sul red carpet di Venezia con la mamma e Domenico Procacci

Pubblicato il 09 Set 2018 alle 8:23am

Kasia Smutniak e la figlia Sophie Taricone, avuta dal compagno Pietro Taricone (scomparso il 30 giugno 2010) hanno sfilato insieme sul red carpet incantando tutti i presenti. Guardando Sophie non si può fare a meno di ricordare Pietro, attore ed ex gieffino della prima edizione del reality tv.

Gli occhi sono gli stessi e anche la brunezza e la carnagione. Al Festival del Cinema di Venezia i flash erano tutti per lei.

La 14enne è arrivata al Lido con la mamma Kasia Smutniak e il compagno Domenico Procacci.

Kasia ha partecipato al Festival di Venezia perché nel cast di “La profezia dell’armadillo” – pellicola che concorre nella sezione “Orizzonti”, ispirata all’omonimo libro a fumetti di ZeroCalcare – mentre Procacci è il produttore de “L’amica Geniale”, anche questo, film in concorso a Venezia. Kasia Smutniak e Domenico Procacci si sono avvicinati dopo la morte di Pietro Taricone e nel 2014 hanno avuto un bambino. Questa, per Sophie Taricone, che assomiglia moltissimo al papà, è stata la prima uscita ufficiale. La madre, infatti, è molto gelosa della sua vita privata e non condivide mai fotografie dei suoi figli.

Morgan: “Pesavo 45 kg, non mangiavo più, ero infelice con la mia ex Asia Argento”

Pubblicato il 09 Set 2018 alle 7:48am

Morgan, all’anagrafe Marco Castoldi, ha avuto con Asia Argento una relazione da cui 17 anni fa è nata Anna Lou Castoldi. L’ex giudice di “X Factor” in tv ha ricordato la storia d’amore con l’attrice. Una liaison burrascosa in cui ha vissuto momenti anche drammatici: “In quel periodo non mi rendevo conto di niente perché stavo malissimo a causa dell’amore – ha dichiarato Morgan – Sono arrivato a pesare 45 chili, non mangiavo, mi buttavo sul pavimento e ci restavo per giorni e giorni senza fare nulla. Ero disperato. Litigavamo sempre, tutti i giorni. E per cosa poi? Per amore”.

Un amore che però è finito. Nel corso degli anni Morgan e Asia Argento sono passati da rapporti amichevoli per il bene della figlia a lotte in tribunale per gli alimenti della stessa e il suo affidamento alla madre. Il loro legame, anche dopo l’addio, è sempre stato molto intenso e conflittuale.

Francesco De Gregori e Mimmo Paladino insieme per un’edizione d’arte del progetto “Anema e core”, in uscita il 26 ottobre, disponibile già in pre-order

Pubblicato il 09 Set 2018 alle 7:45am

Due protagonisti della cultura italiana contemporanea, MIMMO PALADINO e FRANCESCO DE GREGORI, insieme per un’edizione limitata del nuovo progetto del cantautore romano, “Anema e Core”, in uscita il prossimo 26 ottobre, in pre-order dal 7 settembre, in esclusiva sui siti di IBS.it e LaFeltrinelli.it (altro…)

Como: ritrovate 300 monete d’oro di epoca romana del IV secolo: “Valgono milioni di euro”

Pubblicato il 09 Set 2018 alle 7:27am

Un tesoro di 300 monete d’oro d’epoca romana son state ritrovate in un’anfora, perfettamente conservate, probabilmente del IV secolo d.C. o di prima epoca bizantina.

La scoperta risale a mercoledì pomeriggio, a Como, a circa un metro di profondità, durante lo scavo sull’area di un ex cinema e, prima, ex convento, per la realizzazione di una palazzina in via Diaz, in pieno centro storico.

Della vicenda si sta occupando la Sopraintendenza ai Beni archeologici di Milano, che ha fermato i lavori nel cantiere nel punto del ritrovamento, del potenziale valore di milioni di euro.

«Como è stata fondata dai romani ed è naturale trovare reperti, ma questo potrebbe essere uno dei tesoretti romani più importanti mai ritrovati» ha spiegato al Messaggero il presidente della società Archeologica di Como Giancarlo Frigerio. «La zona del ritrovamento ospitava le abitazioni private dei nobili romani, l’anfora potrebbe essere stata nascosta nei muri della casa per evitare furti, probabilmente all’epoca delle invasioni».