Claudio Baglioni, oltre 50mila spettatori per il grande show all’Arena di Verona. Stasera il secondo appuntamento di ‘Al Centro’ e diretta su Rai1

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Set 2018 alle ore 2:25am

Un grande show quello portato in scena ieri sera da Claudio Baglioni all’Arena di Verona, oltre 50mila spettatori e sold out.

Il primo delle tre serate di concerti evento “AL CENTRO” all’Arena di Verona, prima del grande tour nelle arene indoor italiane ed estere in cui Baglioni sarà protagonista della scena musicale con uno show rivoluzionario, il più atteso dell’anno.

Il palco di 450 mq, una sorta di grande scacchiera mobile ‘AL CENTRO’ dell’arena. Tutti i posti numerati, gradinate comprese. Una visuale a 360°. Una scena maestosa, unica nel suo genere, composta da 8 pedane nella parte centrale che creano movimenti verticali di diverse misure e forme. Un palco in continua evoluzione, mai uguale a se stesso, capace di trasformarsi a seconda dei brani rappresentati per raccontare una storia di 50 anni attraverso sonorità, movimento e gestualità.

Sul palco con il cantautore italiano una super band di 22 musicisti (Paolo Gianolio, Roberto Pagani, Pio Spiriti, Mario Guarini, Aidan Zammit, Rossella Ruini, Serena Caporale, Claudia Arvati, Serena Barozzi, Silvia Aprile, Stefano Pisetta, Elio Ritagli, Chicco Guarini, Giancarlo Ciminelli, Roberto Schianto, Franco Marinari, Alessandro Tomei, Benedetta Chiari, Miwa Shiozaki, Rosaria Mani Panebianco, Angela Tomei e Walter Savelli e altrettanti performer.

Le coreografie sono affidate al bravissimo Giuliano Peparini, che abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare attraverso il programma ‘Amici’ di Maria de Filippi, mentre la regia per la diretta di questa sera, 15 settembre, su Rai1 e Rai 1 HD, in streaming su RaiPlay, Rai Radio 2 e RaiPlay Radio a partire dalle ore 21.05, è affidata allo storico collaboratore Duccio Forzano.

Domani sera, 16 settembre ci sarà poi l’ultima serata del grande show evento del cantautore italiano all’Arena di Verona. Prima del tour che lo porterà in giro per l’Italia nelle arene indoor prima della pausa sanremese, in cui il cantautore romano sarà chiamato, ancora una volta, per il suo Sanremo bis, come direttore artistico e conduttore del Festival. Da marzo poi, ci saranno anche altri appuntamenti live, alcuni dei quali anche all’estero, fino ad arrivare nuovamente all’Arena di Verona per il gran finale.

Nella prima serata del concerto all’Arena di Verona, quella di venerdì 14 settembre, Claudio Baglioni ha ripercorso 50 anni di carriera e di storia della musica italiana.

Baglioni, musicista, autore, interprete, che dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a raggiungere un pubblico trasversale, grazie alla sua capacità e voglia di mettersi sempre in gioco. Di sperimentare cose nuove, di stare sempre al passo con i tempi e spesso anche avanti, e un repertorio pop, melodico, raffinato, nel quale ha fuso la canzone d’autore e il rock, le sonorità internazionali, la world music e il jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – primo infatti ad inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1996 con il “Tour Rosso”, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Nella scaletta del 14 settembre, Claudio ha inserito 34 brani, per un totale di 3 ore di grande musica e show dal vivo. Un mix tra concerto e musical con acrobati, trampolieri, ballerini.

Ad aprire il mega concerto la suite strumentale che la sera del 12 settembre è stata lanciata in anteprima assoluta su Rai1, dopo il Tg1 da Vincenzo Mollica, e online ieri pomeriggio sul canale VEVO. Ha poi proseguito con “Questo piccolo grande amore”, “Porta Portese”, “Quanto ti voglio”, “Con tutto l’amore che posso”, “Amore bello”, “W l’Inghilterra”, “Io me ne andrei”, “E tu”, “Poster”, “E tu come stai?”, “I vecchi”, “Strada facendo”, “Avrai”, e tante altre, sino ad arrivare a “Io sono qui”, “Le vie dei colori”, “Cuore di aliante”, “Sono io”, “Tutti qui”.

Gli abiti dello show sono di Ermanno Scervino.

©_ANGELO_TRANI

©_ANGELO_TRANI

©_ANGELO_TRANI