settembre 17th, 2018

Negramaro: grave il chitarrista Lele Spedicato, colpito da emorragia cerebrale

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 2:07pm

Sarebbero gravi le condizioni del chitarrista della band dei Negramaro, Emanuele “Lele” Spedicato, 38 anni. Si sarebbe sentito male lunedì mattina.

Secondo le prime notizie che sono state diffuse, Spedicato sarebbe stato trovato privo di sensi dalla moglie nella loro abitazione in Salento. La moglie Clio avrebbe spiegato ai sanitari del pronto soccorso di averlo trovato privo di sensi nei pressi della piscina di casa. Portato in ambulanza dai sanitari del 118 al pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce, è stato sottoposto a esami radiologici che hanno evidenziato un’emorragia cerebrale in atto.

Il chitarrista viene ora sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Al momento non arrivano informazioni né dall’entourage della band, né dai profili social di Giuliano Sangiorgi e compagni.

Allarme cozze vive refrigerate contaminate da Escherichia Coli

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 10:47am

E’ allarme preoccupante per molti supermercati e pescherie: cozze vive refrigerate contaminate da Escherichia Coli oltre i limiti (fino a 1300 MPN / 100 g).

L’allarme è stato divulgato dal Rasff, il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, che riguarda tutta Italia, da Nord a Sud.

Le cozze vive e contaminate, infatti, sono state già divulgate su tutto il territorio italiano.

L’Escherichia Coli è un batterio molto insidioso, presente in acque inquinate da feci e che può essere devastante per l’apparato digerente in quanto può causare nausea, fortissimi crampi addominali, diarrea e vomito.

A rendere ancor più spaventoso l’allarme, che risale 13.09.2018, dettagli di notifica – 2018.2575 del 13.09.2018, è il fatto che non si conoscono ancora i lotti delle cozze contaminate perché riguardano non soltanto la Grande distribuzione organizzata ma pescherie e mercati di Italia ed Austria.

Il ritiro delle cozze vive refrigerate contaminate è già stato avviato in tutta Italia: si tratta però di una misura cautelare a tutela della salute dei consumatori.

Il Sistema di allerta invita pertanto tutti i consumatori a prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive senza prima sottoporle al controllo dal Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl locale.

Il rischio, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rilanciando le raccomandazioni del Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle produzioni zootecniche, è che i mitili interessati dal richiamo possano essere commercializzati al di fuori dei canali legali, mettendo a repentaglio la salute dei consumatori. Mentre i molluschi acquistati esclusivamente attraverso “canali autorizzati all’interno di sacchetti con etichette che ne riportano la provenienza, possono essere acquistati in sicurezza”.

La depurazione è una tecnica applicata in molte parti del mondo per la rimozione di batteri dai molluschi bivalvi, quando questi sono lievemente o moderatamente contaminati. Viene attuata mediante immersione in vasche, contenenti acqua di mare pulita, per un periodo di tempo che varia da alcune ore ad alcuni giorni in modo che i molluschi bivalvi possano espletare la loro naturale funzione filtratrice.

Il colore moda protagonista del prossimo autunno inverno 2018 2019

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 10:23am

Per il prossimo autunno inverno 2018 2019 da Prada a Max Mara, passando per Chloé fino ad arrivare a Fendi si punta molto sull’eleganza basic e ricercata. (altro…)

Migranti, il Viminale: “Rimpatrio tunisini sbarcati a Lampedusa, ecco quando e come”

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 7:32am

Comincerà oggi, lunedì 17 settembre il rimpatrio dei 184 tunisini sbarcati a Lampedusa. I migranti verranno rimpatriati con i voli charter attualmente utilizzati nell’ambito dell’accordo in vigore con la Tunisia che prevede procedure semplificate, con un massimo di 80 rimpatri a settimana. I primi 40 dovrebbero partire in giornata, mentre un secondo scaglione è previsto nella giornata di giovedì.

Ma dal governo di Tunisi trapela un secco no al piano italiano.

Un precedente accordo con la Tunisia prevede infatti procedure semplificate, e dunque il rimpatrio con i voli charter, deve essere applicato esclusivamente a quei tunisini che sbarcano sulle coste siciliane: i migranti vengono intervistati dal console di Tunisi a Palermo o da suoi rappresentanti e, una volta verificata la loro identità, vengono rimpatriati.

Sui charter possono essere imbarcati non più di 40 migranti, perché ognuno deve essere scortato da due agenti. Per tutti gli altri tunisini intercettati sul territorio italiano valgono invece le procedure ordinarie: i migranti vengono trasferiti nei Cie in attesa dell’identificazione da parte della autorità di Tunisi.

Sui rapporti con la Tunisia, il ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini ha annunciato un incontro a Roma per “lavorare sul flusso in arrivo perché lì non c’è guerra, non c’è carestia e non si capisce perché barchini o barconi devono partire dalla Tunisia e arrivare in Italia”.

Patty Pravo pronta ad incidere un inedito postumo di Franco Califano

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 6:05am

“Un regalo inaspettato quello che mi è arrivato quest’estate: essere scelta da Franco Califano nel suo testamento artistico mi ha emozionato”: Patty Pravo racconta a Vincenzo Mollica al Tg1 che è pronta ad incidere un inedito postumo del Maestro Califano, che avrebbe compiuto il 15 settembre 80 anni, intitolato “Io so amare così”. Più che di una canzone completa si tratta di versi riportati alla luce e musicati da Frank Del Giudice (bassista, compositore e coautore di Califano, insieme scrissero anche il pezzo manifesto della sua carriera ‘Tutto il resto è noia’) che con il cantautore, scomparso 5 anni fa, ha condiviso centinaia di palcoscenici e di chilometri per circa 30 anni.

“In uno dei tanti viaggi notturni insieme in auto – racconta Del Giudice – Franco era al volante ad io accanto a lui. Gli piaceva guidare con me vicino perché diceva ero un buon navigatore. Immaginando Io so amare così, mi disse di prendere appunti sul testo e di ricordarmi che quel pezzo sarebbe stato per Nicoletta (Patty Pravo)”.

Vince la leucemia, ma non può tornare a scuola per amichetti non vaccinati

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 6:04am

Una bimba di otto anni ha sconfitto la leucemia grazie anche alla donazione del midollo da parte della sorellina e a una massiccia dose di chemioterapia. Ora sta bene ma non può tornare a scuola. (altro…)

Jasmine Carrisi identica alla madre Loredana Lecciso

Pubblicato il 17 Set 2018 alle 5:50am

Jasmine Carrisi, la primogenita del cantante pugliese e di Loredana Lecciso, oggi ha 17 anni ed è una bellissima fanciulla. (altro…)